Connect with us

Pubblicato

il

Pallone e Tribuna  Il quotidiano inglese Guardian ha visionato in anteprima uno studio commissionato dalla Uefa. Si tratta dell’ European Club Footballing Land­scape (Mappa calcistica dei club europei), ovvero un rapporto che analizza i conti economici di 732 società in possesso della licenza Uefa relativo alla stagione 2007-2008 (l’ultima per la quale si dispone di dati consolidati).

Nei prossim i giorni la Uefa renderà pubblico il rap­porto (arricchito da nuovi dettagli), tuttavia è possibile anticipare che l’esito dell’analisi è deflagrante per il modello inglese. Anzi, le conclusioni sarebbero state assai peggiori se, dal conteggio, non fossero stati esclusi due club tra i più indebitati del calcio inglese. Si tratta del Portsmouth e del West Ham, ai quali in quella stagione era stata negata la licenza Uefa proprio per le critiche condizioni economiche in cui si erano cacciati.

Cosa dice dunque il rapporto a proposito dei debiti che gravano sul pianeta calcio in Inghilterra? Che le restanti 18 società della Premier League totalizza­no un passivo che ammonta alla cifra stratosferica di quasi 4 miliardi di euro. Una massa debitoria talmente cospicua da equivalere al 56% dell’indebitamento tota­le del calcio europeo. Un dato che è quattro volte superiore al se­condo campionato più indebitato, ovvero la Liga spagnola.

L’allarme della Uefa – osserva in fase di commento lo stesso Guardian – stride con l’assordante silenzio della stessa Premier League e della Foot­ball Association, che non han­no mai preso posizione sulle gigantesche esposizioni debitorie di Manchester United e Liverpool. I due club da soli, in virtù della dissennata gestione dei magnati statunitensi che ne sono proprietari, ­totalizzano un passivo di oltre un miliardo di euro (-723 milioni per i Red Devils di Glazer, -333 milioni i Reds del duo Gillett-Hicks).

La Premier League è, però, anche il campionato che fattu­ra di più. Ogni società incassa infatti una media di 122 milioni di euro tra diritti tv e altri introiti com­merciali. Nella Bundesliga tedesca, il dato si ferma, per avere un primo raffronto, a 79 milioni di euro per squadra.

La Uefa pre­senterà a breve le nuove regole correlate al fair play finanziario. Regole, accet­tate in linea di principio dai principali club e dai più importanti campionati europei, che prevedono tra l’altro il ripiana­mento dei debiti a partire dalla stagione 2012-13.

Sull’indebitamento ormai incontrollato dei club Michel Platini, presidente della Uefa e paladino del fair play finanziario, già in passato si è espresso pesantemente. Ha sottolineato che i dati dimostrano “segnali allarmanti sempre più evidenti” e che per questa ragione è necessario un intervento del­la Uefa per salvaguardare “la salute dei club calcistici euro­pei”.

Stefano Mutolowww.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali2 mesi fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi