Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Quagliarella_Napoli(CALCIOPRESS) – A questo punto della stagione avrebbe voluto essere lui il cannoniere principe del suo Napoli. Lo desiderava anche il suo presidente, quel De Laurentiis che sulle prestazioni e i gol dell’attaccante di Castellammare di Stabia aveva investito la scorsa stagione a suon di milioni di euro, diciotto per la precisione. Quagliarella-Napoli, un binomio importante, di quelli cercati e voluti da una vita, che ti ritrovi ad affrontare all’improvviso, con la responsabilità di chi sente questa maglia più di altri.

Fabio il gol ce l’ha nel sangue. Un attaccante vero, uno di quelli che quando prende di mira la porta avversaria, prima o poi gonfia la rete, come ama ripetere Auriemma nel commentare i suoi gol. Invece Quagliarella sembra aver perso quella cattiveria che ne ha sempre caratterizzato le prestazioni. Come se si fosse smarrito nei meandri dei sedici metri in cui si aggira quasi spaesato.

Anche i tifosi napoletani, legati a lui da infinita stima, si sono accorti del momento di difficoltà del bomber napoletano. Forse Quagliarella lo soffre oltremodo anche questa tensione, che lo porta a sbagliare anche cose per lui elementari. Ora c’è la Nazionale. A Coverciano  il giocatore potrebbe ritrovare quella concentrazione in zona gol che non si concretizza in una rete ormai da quasi due mesi. Lippi crede in lui e nelle sue potenzialità e non ha voluto privarsi delle sue prestazioni. Una convocazione sulla fiducia insomma.

Ora sta tutto nei piedi del giocatore. Nella sua voglia mai persa di fare gol. Un’occasione importante per ritrovare serenità, senza la pressione di un pubblico che lo ama e che lo aspetta, ma che inevitabilmente Fabio sente forse in maniera troppo forte. 

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film