Connect with us

Pubblicato

il

Frosinone_Reggina(CALCIOPRESS) – Sarà un Frosinone a metà, quello che sabato incontrerà il Torino. Tra infortuni e squalifiche i ciociari non potranno contare sull’apporto di Sicignano, Stellone e Scarlato (tutti appiedati dal giudice sportivo) e di Bisio. Basha e Calil sono ancora in forte dubbio, visto che i due giocatori hanno lamentato problemi muscolari. Per gli ultimi due saranno decisivi i test di domani, quando mister Moriero valuterà insieme allo staff medico la condizione dei calciatori. Ma, per Calil, appare quasi scontata l’assenza a Torino. La sconfitta di Reggio Calabria di domenica scorsa, e la concomitante vittoria esterna del Torino all’Euganeo di Padova, hanno portato le due formazioni ad appaiarsi in classifica a 38 punti.

La trasferta di Torino non si apre quindi nel migliore dei modi per la squadra di Checco Moriero, che deve fare i conti con assenze pesanti per un organico ristretto con il quale sin qui ha saputo destreggiarsi bene nel campionato cadetto. Il tecnico leccese è consapevole della voglia del Toro di tornare a far parte del lotto di squadre che si andranno a giocare un posto per la serie A. Per questo motivo la seduta odierna di allenamento, che si è svolta a porte chiuse come accade ogni giovedì, è servita al tecnico per valutare le condizioni di alcuni e nel contempo provare le alternative agli assenti. Nel pomeriggio tutta la truppa ha visionato alcuni filmati riguardanti la squadra granata, per cercare di capire come fronteggiare al meglio la squadra di Colantuono.

Anche la seduta di allenamento che il Frosinone effettuerà nella mattinata di domani sarà a porte chiuse. Nel pomeriggio è prevista la partenza per il ritiro pre-gara. Insomma, un Frosinone in piena emergenza ma consapevole di poter fare risultato anche in formazione rimaneggiata. Ne sono convinti allenatore e giocatori, sebbene le difficoltà da affrontare non siano certamente poche. In primo luogo quella di frenare la voglia di riscatto di un Torino che finora non ha saputo dare continuità ai propri risultat, ma che vorrà bissare la vittoria di sabato scorso per proporsi in zone di classifica più importanti. Per il momento la corsa è sull’Empoli, che staziona a soli due punti di distanza, ma anche le altre non sono poi così lontane.

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali6 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi