Connect with us

Pubblicato

il

Pescara_Sansovini Partita decisiva per il Pescara in chiave play-off di scena sul terreno dello stadio Benelli di Ravenna. I biancoazzurri dopo le due sconfitte consecutive quelle di Terni in trasferta e la deludente prova casalinga di sette giorni fa contro il Portogruaro, sono chiamati ad una prova di grande carattere. Difronte, una diretta concorrente il Ravenna, reduce dal buon pareggio ottenuto sul campo della Reggiana.

Alcuni dubbi assillano Di Francesco, alla vigilia di questo incontro delicato per la formazione pescarese. Bonanni e il capitano Olivi saranno assenti per squalifica con Gessa, Verratti e Prisco tutti infortunati; nelle ultime sedute di allenamento mister Di Francesco, ha provato alcuni schemi tattici con il 4-4-2 favorito su tutti.

Davanti a Pinna, in difesa ballottaggio tra Romito e Sembroni pronti a sostituire il capitano Olivi, gli out esterni di difesa dovrebbero essere Zanon a destra e Petterini a sinistra. Linea mediana di centrocampo affidato alla coppia Tognozzi – Coletti, gli esterni saranno Soddimo a destra e Dettori sul lato opposto. In attacco Sansovini, avrà la maglia numero nove e dovrebbe essere affiancato da Inglese o Zizzari.

Nel Ravenna, Esposito confermerà il 4-4-2 con Anania tra i pali, difesa a quattro composta da Fasano – Anzalone coppia centrale, Rizzo a destra e Biserni a sinistra. A centrocampo Sciaccaluga e Giordano saranno i centrali di centrocampo; l’altro ex di turno Felci giocherà esterno destro e dall’altra parte ci sarà il brasiliano Toledo.

L’attacco ravennate sarà guidato da Piovaccari  e Scarpini; tra le fila giallorosse saranno assenti per infortunio Sabato, Riberto e Ciuffetelli; non al meglio della condizione Correa e Gerbino Polo.

La partita sarà diretta da Paparazzo di Catanzaro, gli assistenti  Colongo – La Grotteria.

Rita Consorte – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali7 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi