Connect with us

Pubblicato

il

Inter_Maicon(CALCIOPRESS) – Contro il solito evanescente Genoa formato trasferta, l’Inter non va al di la di un pari scialbo quanto preoccupante. Se la squadra di Mourinho aveva già la testa alla gara con il Chelsea si può stare tranquilli, se viceversa questa Inter sarà quella che vedremo tra nove giorni allora le preoccupazioni ci sono e anche evidenti. Una squadra sulle gambe, lenta, prevedibile e priva di idee l’Inter visto questa sera contro il Genoa. Un pareggio che non permette l’allungo decisivo in campionato ai nerazzurri, ma questo è l’ultimo dei problemi per la squadra del presidente Moratti.

Gli sforzi di capitan Zanetti e compagni sono concentrati sulla Champions League, ma se le premesse sono quelle viste contro il Genoa i tifosi interisti saranno chiamati a vivere una nuova delusione. Tra l’Inter e il Chelsea c’è la trasferta di Catania che, se giocata su questi ritmi, potrebbe diventare assai pericolosa. Il Genoa da par suo non ha brillato, ma ha saputo occupare tatticamente il campo, chiudendo tutti gli spazi.

Male le bocche da fuoco interiste, con Balotelli che è riuscito a spazientire anche i propri tifosi. Pandev e Sneijder sempre fuori dal gioco, con il solo Milito a tentare di scardinare la difesa rossoblu. Anche il centrocampo non ha saputo agire nella doppia fase, con Muntari a sbagliare tutto il possibile e Stankovic abulico. Male anche Maicon, capace solo nei minuti finali di spingere sulla destra. La difesa non soffre più di tanto le avanzate dei genoani, che non riescono ad incidere.

Insomma una partita sottotono da parte dell’Inter che, a nove giorni dal match di ritorno di Champions League, lascia più di qualche dubbio sullo stato di forma di una squadra che almeno stasera è apparsa la brutta copia di quella vista qualche settimana addietro. Venerdì c’è il Catania. Affrontare con sufficienza anche questa partita potrebbe dire mettere a rischio il campionato. 

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali7 giorni fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film