Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Calciopress_Archivio______05 Fatto salvo che a meno di sorprese l’ultimo posto sarà appannaggio della Paganese, da Como e Pro Patria ci si attendeva una partita vibrante, giocata con ardore ed agonismo perché uno striminzito 0-0 non aveva alcun senso, eppure ne è nata una partita statica in cui nessuna delle due squadre ha cercato con continuità la via della vittoria

PRIMO TEMPO. Il Como sceglie davanti tre punte molto leggere e mobili, sacrificando l’ariete Fragiello, cercando di colpire di rimessa, così alla Pro Patria è delegato il compito di far la partita, ma sarà un possesso palla sterile, perché gli esterni Pacilli da una parte e Bruccini dall’altra vengono surclassati dai rispettivi dirimpettai, mentre Serafini forse per il freddo decide di non buttarsi nella mischia. Al 6’ abbiamo l’unica conclusione dell’intero match da parte della Pro Patria tiro secco ma telefonato di Lombardi su cui Zappino non ha particolari problemi. Il Como cerca di pungere in contropiede: al 24’ su cross di Franco la spizzata di Filippini sfiora l’incrocio dei pali con Giambruno ben appostato; al 32’ bella punizione di Goretti con l’ottima risposta di Giambruno che devia in angolo; al 38’ bella triangolazione Brevi-Salvi-Cozzolino che da posizione defilata scocca un tiro su cui Giambruno si fa trovare pronto. L’ultima occasione del tempo capita al 40’ quando su una punizione ribattuta, Maah ha il pallone del vantaggio, ma il suo tiro è provvidenzialmente deviato in angolo da un difensore.

SECONDO TEMPO. Mister Cosco provvede subito ad inizio ripresa a cambiare le carte in tavola inserendo Melara al posto di un Bruccini spaesato, ma i tigrotti continuano a faticare a creare azioni da gol, anzi pronti via e il Como ha due mezze occasioni, sulla prima il pallonetto di Cozzolino è impreciso, sulla seconda Ardito dal limite sparacchia abbondantemente a lato. Al 54’ Filippini penetra in area di rigore tra due avversari ma il suo tiro termina alto. Al 59’ dopo una punizione ribattuta ci prova Passiglia ma il suo tiro non inquadra la porta. 63’ Cozzolino se ne va in velocità ma il suo tiro da posizione defilata è controllato in due tempi da Giambruno. 66’ su cross di Del Grosso dalla destra, bello stacco di testa di Ripa, palla abbondantemente a lato. 70’ ci prova Zerzouri dal limite, palla alta. 75’ bello scambio Zerzouri-Maah su cui è provvidenziale Giambruno a deviare in angolo, in quest’azione si infortunerà l’attaccante franco-senegalese lasciando in inferiorità numerica la propria squadra. L’ultimo sussulto all’85 bello slalom di Sarno, bravo Zappino ad allungarsi e a togliere il pallone al centrocampista prima del tiro.

COMMENTO. Tra Como e Pro Patria vince il non gioco, entrambe escono tra i mugugni dei propri tifosi, non avendo dato l’impressione di poter uscire dalle sabbie mobili della zona playout. Pro Patria compassata che non riesce a rendersi pericolosa nonostante la supremazia numerica degli ultimi 15 minuti (infortunio di Maah a sostituzioni esaurite). Il Como seppur volitivo, è poco concreto e per l’ennesima volta non riesce a centrare la vittoria casalinga, aver giocato meglio degli avversari e non aver vinto è come si suol dire una vittoria di Pirro, inoltre si troverà in svantaggio con la Pro Patria nell’eventuale classifica avulsa.

COMO (4-4-2): Zappino; Rudi (36’ Maggioni), Gonnella , Goretti, Franco; Ardito, E.Brevi (52’ Zerzouri), Salvi, Filippini; Maah, Cozzolino (74’ Fragiello). All. Brevi – Strano

PRO PATRIA (4-5-1):  Giambruno, Del Grosso, Chiecchi (66’ Rinaldi), Pivotto, Barbagli; Bruccini (46’ Melara), Serafini, Passiglia, Lombardi, Pacilli (64’ Sarno); Ripa. All. Cosco

AMMONITI: Maah (C ); Pacilli, Pivotto, Serafini (P)

ANGOLI: 5-2

SPETTATORI: Paganti 727 (di cui 205 da Busto Arsizio) Abbonati 1.021 per un incasso di 14.668,95 Euro

Rupert Magnacavallo www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film