Connect with us

Pubblicato

il

Manchester_United_anti-Glazer Neppure la Champions sembra fermare la dura protesta dei tifosi in corso a Manchester contro la famiglia Glazer, proprietaria del club e ritenuta responsabile della grave crisi finanziaria dello United. L’ultima idea sembra quella di boicottare i primi dieci minuti della partita in programma stasera all’Old Trafford con il Milan.

I sostenitori dei Red Devils, infatti, sono orientati in segno di contestazione a ritardare l’ingresso allo di dieci minuti. Lo scopo è indurre i magnati americani a cedere il club ai cosiddetti Red Knights (Cavalieri Rossi), cordata che si è detta interessata ad acquisire il pacchetto di maggioranza attraverso una forma di azionariato popolare.

Alex Ferguson non crede che i tifosi possano arrivare a tanto: “Non so nulla, ma è una gara troppo importante per noi e i tifosi lo sanno”. L’allenatore del Manchester United, negli ultimi giorni, ha dovuto anche lui precisare di non aver alcuna forma di coinvolgimento con i Red Knights.

Un membro del Must, il Manchester United Supporters Trust promotore dell’iniziativa, non sembra di questo avviso. Ha spiegato al Daily Mail: “Milioni di persone guarderanno questa partita e quando vedranno migliaia di seggiolini vuoti, avremo mandato un forte messaggio alla famiglia Glazer. Ho sentito che 10mila tifosi potrebbero aderire. Se molti torneranno a sedersi per gran parte della partita, potrebbe esserci una larga percentuale di tifosi pronti a restare fuori dallo stadio”.

Il fatto è che a Manchester la protesta dei tifosi sta salendo di livello, perché la paura di veder affondare lo United (oberato da un deficit che raggiunge gli 800milioni di euro) comincia a diventare tangibile.

Nelle ultime settimane si è tinta di giallo e verde ovvero i colori del Newton Heath (la squadra da cui all’inizio del ‘900 nacque il Manchester United) per dare il segnale di un ritorno al passato. E’ partita inoltre una raccolta di firme conto i Glazer, che ha superato rapidamente le 100mila adesioni. 

Sa. Mig. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali2 mesi fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi