Connect with us

Pubblicato

il

taranto-potenza_33 Niente parole e occhi indiscreti, la truppa di Dellisanti preferisce far parlare il campo. La decisione assunta dal tecnico e dai calciatori ad inizio settimana mira a tenere alta la concentrazione in vista della difficile trasferta di Potenza. Malgrado la blindatura di squadra e staff tecnico, qualche spiffero dallo spogliatoio filtra riferendoci dei soliti problemi di sciatalgia che affliggono Cortese e di una frattura alla mano per Innocenti. In ogni caso l’applicazione di un tutore dovrebbe permettere al calciatore di scendere in campo nell’incontro di domenica prossima. Proprio in vista di questo impegno il tecnico Dellisanti proverà modulo e schemi nel consueto test infrasettimanale (prevista una partitella in famiglia) del giovedì.

Quanti ex. Non solo Capuano. Oltre al tecnico campano è davvero folta la schiera degli ex rossoblu presenti nelle fila dei lucani. Dietro la scrivania il direttore generale Vittorio Galigani, mentre in campo due freschi ex come il difensore Di Fatta e l’esterno Iraci, entrambi finiti alla corte di Capuano durante il mercato di gennaio. Più datata nel tempo, invece, la militanza in riva allo Jonio dell’estrosa ala Lele Catania. Insomma gli stimoli non mancheranno di certo in una sfida che si preannuncia ricca di contenuti.

Trasferta vietata. Siamo alle solite, anche la trasferta in terra lucana è stata negata ai tifosi tarantini. Il prefetto di Potenza ha infatti stabilito (su “consiglio” del Casms) che la vendita dei taglianti per l’incontro di domenica prossima sia effettuata esclusivamente per i residenti nel capoluogo potentino e in provincia. Con il settore ospiti dello stadio “Viviani” serrato, ai supporters jonici toccherà la diretta tv su Studio 100 Sat. Meglio accontentarsi, in attesa di tempi migliori. Almeno questo è l’auspicio. 

Enrico Losito www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali11 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali3 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi