Connect with us

Pubblicato

il

Old_Trafford Il Manchester United travolge il Milan all’Old Trafford e, per una sera, i tifosi sospendono la protesta contro i Glazer. I magnati americani sono accusati di spingere il club verso la bancarotta, visto che il deficit dei Red Devils ammonta ormai a quasi 800 milioni di euro. In occasione della travolgente vittoria negli ottavi di finale di Champions, la contestazione si è limitata a sbandierare i colori giallo-verdi che contrassegnavano il club all’epoca della sua fondazione. Una sciarpa con i vecchi colori del club è stata avvolta anche al collo di David Beckham all’uscita dal campo, dopo la standing ovation che l’Old Trafford (nella foto) gli aveva tributato al momento in cui è entrato con la maglia del Milan nel secondo tempo della gara. In questo modo i sostenitori dello United hanno inteso riaffermare che l’unica strada da battere per salvarsi è il ritorno al passato.

Sembra viceversa inarrestabile la crisi economica del Portsmouth, primo club della Premier League in amministrazione controllata. Andrew Andronikou, il manager attualmente alla guida della società, sta adottando i primi provvedimenti per far fronte alla drammatica situazione finanziaria. Il Portsmouth è gravato da una massa debitoria che ammonta a quasi 80 milioni di euro. Andronikou dovrà presentarsi lunedì prossimo in tribunale, per fornire risposta almeno parziali alle richieste del fisco. Intanto stanno per perdere il lavoro 85 dipendenti della società, che finiranno in mezzo a una strada. Il direttore generale Peter Storrie si è decurtato lo stipendio del 40%. Solo uno o due giocatori sembrano invece disposti a ridursi l’ingaggio, in quanto nessun provvedimento può essere adottato dalla dirigenza in relazione agli ingaggi dei calciatori. Il club, però, potrà destinare alle casse sociali i fondi che la Football Association sta per dirottare sul Portsmouth per il raggiungimento delle semifinali di FA Cup.

Anche il Chelsea, oberato da un deficit azzerato solo grazie all’intervento personale del magnate russo Abramovich, non attraversa un buon periodo. A breve potrebbe essere multato, o addirittura penalizzato, per una questione di calciomercato legata a Wright-Phillips. I Blues avrebbero infatti operato tramite un agente che non aveva la licenza per esercitare la professione. Lo riferisce il Guardian, precisando che il passaggio del centrocampista dal Manchester City al Chelsea (avvenuto nel luglio 2005 per circa 25milioni di euro), sarebbe stato sottoscritto dal notaio Timothy Drukker con pagamento di una percentuale appunto a Mitchell Thomas (agente sprovvisto di licenza). Il club londinese e il giocatore, che nel frattempo è rientrato al City, smentiscono tuttavia la circostanza.   

Stefano Mutolowww.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali12 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali3 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi