Connect with us

Pubblicato

il

taranto-potenza_33 Dubbi amletici da parte di mister Dellisanti o solo un grande bluff? Difficile dare una risposta al  momento. Nel silente e serrato Iacovone il tecnico ha provato l’inedito modulo 4-1-4-1, già utilizzato lo scorso anno quando era alla guida dei rossoblu ad inizio torneo. L’ipotesi è spendibile sopratutto alla luce dello schieramento (3-5-1-1) utilizzato dal Potenza di Capuano. Contare su un frangiflutti davanti alla difesa (Giorgino o Taulo sono due nomi spendibili) servirebbe a disinnescare il trequartista avversario Lele Catania. E’ certo, però, che in più di una circostanza il trainer jonico ha affermato che sarebbe sconsigliabile “snaturare” l’impianto di squadra in questa fase topica del torneo.

Questo assunto, allora, condurrebbe a ritenere che sia tutto un bluff e, magari, Dellisanti ha già le idee chiare sul modulo da presentare domenica prossima. Per questo il ricorso al collaudato 4-4-2 non è una soluzione da scartare a priori. Diverso, invece, il discorso legato agli interpreti. Dando per scontata la conferma in blocco del pacchetto arretrato, si prevede bagarre a centrocampo. Sulle corsie esterne Cuneaz (favorito) e Di Roberto sono in ballottaggio per  l’out destro,

mentre Crovetto (in vantaggio) e Scarpa per quello sinistro. Ma non è tutto, anche per le due (o tre) maglie d’interni di centrocampo ci sarà da operare delle scelte. Per questo tutti sono in lizza: da Giorgino a Coppola passando  per Quadri e Rajcic per arrivare a Taulo.

In attacco dipenderà dal modulo. In caso di 4-4-2 la coppia dovrebbe essere confermata: Corona e Ferraro. In caso contrario, la scelta dell’unica punta potrebbe anche provocare la clamorosa estromissione di Re Giorgio. Staremo a vedere.

Intanto è stato designato a dirigere l’incontro tra Potenza e Taranto il sig. Di Francesco di Teramo. 

Enrico Losito www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni15 ore fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore: è una predestinata, parola di Carobbi

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Editoriali1 mese fa

Stefano Braghin e la missione del calcio femminile in Italia

Il direttore della Juventus Women, Stefano Braghin, ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film