Connect with us

Pubblicato

il

Milan_Beckham_01(CALCIOPRESS) – Il prossimo 2 maggio David Beckham festeggerà il suo trentacinquesimo compleanno. Età biologicamente piena di vigoria fisica, ma un po’ meno per quanto riguarda il lato calcistico che vede l’atleta prossimo al termine dell’attività. Per questo motivo gli obiettivi sportivi di grande portata restano quelli più ambiti da parte di un calciatore non più in tenera età. Il Mondiale del 2010 in Sudafrica rappresentava per lo Spice Boy l’obiettivo principe della sua carriera. Per convincere mister Capello, Beckham si era riproposto anche in questa stagione nel campionato italiano, assai più probante di quello americano. La qualità e la professionalità del giocatore avevano convinto l’allenatore friulano che su di lui aveva riposto le proprie attenzioni.

Anche il Milan, che lo aveva avuto in prestito nella scorsa stagione dai Los Angeles Galaxy, gli ha rinnovato la fiducia rimettendolo a disposizione di Leonardo. Sebbene un po’ indietro con la forma fisica, David Beckham ha saputo in breve tempo rimettersi al pari dei suoi colleghi, riproponendosi a buoni livelli. L’ingresso in campo nella sfortunata trasferta di Manchester, con i suoi ex tifosi ad acclamarlo, lo aveva emozionato in maniera evidente. E forse mai come in quell’occasione Beckham ha compreso quanto la gente di calcio gli è legata.

Lasciata alle spalle l’emozione, Beckham ha ripreso la corsa verso il suo obiettivo. Il Milan, con un campionato da riaprire, e quel pallino di partecipare alla spedizione inglese in Sudafrica. Si va in campo contro il Chievo, in una gara che vale una stagione, una di quelle da non fallire. Lui, da leone quale è sempre stato, si getta nel match con grande ardore. Ma che la serata non sia delle più fortunate lo si capisce sin dalle prime battute, quando Pinzi (in maniera del tutto fortuita) lo colpisce al volto con la scarpa procurandogli una ferita sotto lo zigomo destro.

Poco male. David soffre, ma torna in campo deciso a fare la sua parte. Il Milan non riesce ad avere ragione dei veneti e Beckham si mette a disposizione della squadra in tutti i modi possibili. Prima esterno, poi interno, poi trequartista e infine centrocampista arretrato. Quando Seedorf è pronto a entrare in campo tutti aspettano l’uscita del talento inglese. Niente da fare, Leonardo punta su di lui per avere ragione di un avversario assai ostico. Poi accade quello che non ti aspetti.

Beckham riceve palla al centro del campo. La sua corsa si arresta bruscamente, si guarda dietro come se avesse ricevuto un colpo da qualche avversario. Non vede nessuno vicino e capisce da subito che qualcosa si è rotto. La sua squadra è all’arrembaggio alla ricerca del gol partita e lui, quasi in sordina, saltellando sul piede destro si porta a bordo campo dove si accascia dolorante: Le sue lacrime esprimono una sofferenza ben maggiore rispetto all’infortunio subito. In quel momento Beckham capisce che tutti gli sforzi e i sacrifici fatti per raggiungere l’obiettivo, sono stati vanificati da un destino beffardo. Un destino che, a trentacinque anni, cancella forse definitivamente il sogno mondiale del Leone inglese.

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film