Connect with us

Pubblicato

il

Calciopress_Archivio______05 Il Catanzaro è capolista del girone C della Seconda Divisione di Lega Pro. Guida la classifica appaiato alla Juve Stabia, a quota 57 punti, anche se sconta una penalizzazione di tre punti comminata per illeciti di carattere amministrativo. Da oggi entra ufficialmente nel novero delle squadre in crisi finanziaria, la cui lista si allunga di giorno in giorno.

La conferenza stampa indetta dall’amministratore unico Aiello, ha messo ufficialmente allo scoperto un quadro debitorio che molti dati inducevano a ritenere in atto (mancato pagamento dei contributi fiscali e previdenziali, ritardi nella corresponsione degli stipendi ai tesserati, rinvio della ricapitalizzazione), ma che finora non era ancora emerso nella sua entità.

Il presidente del Collegio sindacale del club, Franco Muraca, ha precisato che occorrono circa 700-800mila euro per iscrivere la squadra al prossimo campionato, escludendo dal conteggio il monte stipendi (un impegno pari a 110 mila euro al mese da gennaio a giugno) e i debiti con alcuni fornitori che rientrano nella fisiologia del (dissestato) calcio moderno.

Gli incassi al Ceravolo, ha continuato Muraca, non hanno corrisposto alle attese (10mila euro di media, contro una previsione di 40-50mila) e sono venuti meno alcuni sponsor. Il presidente del Collegio sindacale ha concluso auspicando l’ingresso in società di forze nuove per collaborare economicamente con l’attuale gestione.

Il patron Aiello ha concluso l’incontro dando la sua disponibilità ad andare avanti se ci saranno riscontri. Diversamente trarrà le conseguenze. Staremo a vedere a cosa porterà questo ennesimo campanello di una crisi sempre più incalzante, specie tra le 90 squadre di Prima e Seconda Divisione della Lega Pro. 

So. Gian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali6 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali3 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi