Connect with us

Pubblicato

il

Salernitana_Grassadonia Che cosa accadrà adesso è difficile dirlo. In tutti i sensi e a 360 gradi. Il benservito a Gianluca Grassadonia è solo l’ultimo interrogativo, in ordine di tempo, a cui sarà difficile dare una risposta. Quasi impossibile per la verità. Il presidente Lombardi pare abbia dichiarato che non ci fosse confronto con il tecnico salernitano. La smentita non è tardata ad arrivare, con la quadra che ha preso malissimo l’allontanamento del giovane allenatore. Che cosa accadrà adesso è difficile dirlo.

Grassadonia ha preferito non commentare e trincerarsi dietro un silenzio che la dice lunghissima sull’ amarezza dell’ ex allenatore granata. La situazione è paradossale, a tratti ridicola. Eppure è drammaticamente reale e fotografa al meglio la confusione generale che si vive nell’ ambiente granata. La squadra è praticamente retrocessa in prima divisione anche se manca il conforto della matematica. All’ orizzonte buio pesto, in chiave societaria ovviamente. E nell’ immediato futuro due appuntamenti importanti per diversi aspetti. Il primo, quello sportivo con la squadra impegnata venerdì sera nell’anticipo in trasferta con il Cittadella.

Senza guida tecnica e affidata al tutor del suo ex allenatore che, non avendo il patentino per poter sedere sulla panchina di una squadra di serie B, aveva bisogno di essere affiancato da chi quel titolo invece ce l’ha. Parliamo di Ersilio Cerone, allenatore a tutti gli effetti della Salernitana formato fine stagione. Prima di scendere in campo in Veneto però, la Salernitana potrebbe avere un’altra amara sorpresa. Alle 12:30 di venerdì, a Roma, è fissato l’appuntamento per l’aggiornamento del processo bis relativo alla gara Potenza-Salernitana. I granata rischiano 6 punti di penalizzazione da scontare nel campionato in corso. Paradossalmente, potrebbe essere una liberazione per chiudere di fatto una stagione maledetta in partenza.

Carla Polverino – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film