Connect with us

Pubblicato

il

Salernitana_Lombardi Due partite perse nel giro di una sera. La Salernitana ha fatto harakiri. Sul campo, con la sconfitta maturata nell’ anticipo del campionato di B a Padova contro il Cittadella ed a Roma, dove si discuteva il processo bis per la presunta (?) combine nella gara tra Potenza e Salernitana del 24 aprile 2008. Il venerdì nero dei granata, è cominciato nel pomeriggio intorno alle 13:45. La Corte di Giustizia Federale, respinge  le eccezioni procedurali del Potenza ed accoglie il ricorso per revocazione presentato da Stefano Palazzi. Le prime eccezioni potentine riguardavano i tempi di presentazione del ricorso e il ruolo di Evangelisti.

La Corte le rigetta entrambe e dispone la riapertura del processo a carico del Potenza per il presunto illecito con la Salernitana. Si mette male per le due società che devono respingere le accuse di Palazzi. Le ore passano frenetiche, la Salernitana intanto, scende in campo al Tombolato di Padova, frastornata, senza uno dei due allenatori, Grassadonia, che era stato esautorato dal presidente Lombardi domenica scorsa, e senza uno straccio di idee e di motivazioni. Le stesse che invece hanno mosso la Corte di Giustizia Federale a condannare granata e potentini a destini e pene diverse che però fanno capo ad un’unica infamante accusa. Illecito sportivo nella gara del Viviani. 

Una brutta figura di dimensioni colossali che si aggiunge a quelle maturate sui vari campi d’Italia dove i granata hanno collezionato sconfitte a raffica ed incassato gol a tutto spiano. Al Cittadella sono bastati 12 minuti per battere la cenerentola Salernitana che perde in un sol colpo nove punti e cola a picco, dritto in Lega Pro. Ammesso che il presidente Lombardi abbia voglia di continuare e ammesso che qualcuno abbia ancora voglia di credergli dopo l’ennesima, umiliante figuraccia.

Carla Polverino – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film