Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Calciopress_04 Si è svolto in Lega Calcio l’incontro che ha visto di fronte da una parte i club di serie A e serie B, dall’altra il rappresentante della Uefa. All’ordine del giorno una prima presa di contatto con il fair play finanziario, fortemente voluto dal presidente della Uefa Michel Platini.

Il delegato Uefa ha spiegato che ci saranno due fasi di attuazione. Dalla stagione 2011-2012 ci saranno controlli stringenti per le società che, acquistando un giocatore, si indebitano con un’altra. A partire da quella successiva scatteranno le nuove norme sul pareggio di bilancio.

Il responsabile del sistema delle licenze Uefa, Andrea Traverso, ha spiegato che il fair play finanziario sarà  “flessibile, perchè dovrà adattarsi a tanti Paesi”. Ha tenuto inoltre a sottolineare che non si tratterà di norme punitive per i club: “L’obiettivo è aiutare le squadre. Non a caso, i deficit vengono calcolati su scala triennale. Se all’inizio del triennio considerato ci saranno delle situazioni critiche ci saranno delle notifiche”.

Secondo la bozza che verrà discussa dal comitato esecutivo della Uefa il 28 maggio, i club affiliati potranno sforare il bilancio di 45 milioni di euro per il primo triennio, di 30 milioni per il secondo e poi in calo progressivo. Verranno esclusi dal calcolo del bilancio gli investimenti per le infrastrutture e quelli per il settore giovanile.

Traverso ha infine rassicurato i club medio-piccoli, preoccupati del crescente divario con quelli più ricchi a causa delle limitazioni alla ricapitalizzazione da parte dell’azionista. “L’arco di tempo triennale – ha spiegato il delegato della Uefa – permetterà di intervenire con più liquidità durante un anno, recuperando in seguito”. 

So. Gian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film