Connect with us

Pubblicato

il

Torino_tifosi_2 Al Granillo era già successo con Reggina-Frosinone e domani la storia si ripete. Ancora una partita alle 12,30 della domenica. Un orario inconsueto per le nostre latitudini e per le consolidate abitudini festive degli italiani.

Si sa ormai come funzionano le cose nel calcio italiano. Mamma pay tv dispone e i club chinano la testa, anche quando francamente bisognerebbe avere la forza di tirarla su per rispetto ai tifosi, che del sistema sono la sola architrave rimasta in piedi.

Anche per i giocatori una rottura del ciclo fisiologico che lascia spazio a molte perplessità, alle quali le esigenze della mucca televisiva non danno certo una risposta adeguata.

Il fatto che questi tipi di orario siano in vigore da oltre un decennio in Inghilterra non fa testo. Bisogna essere bravi a emulare le cose positive di un sistema, non certo quelle negative. Senza contare che il calcio inglese applica questi strani orari in accordo con stili di vita diametralmente opposti ai nostri e in funzione del pubblico asiatico, che non ci pare così recettivo al calcio in grigioscuro dei nostri decrepiti stadi.

Tutto bene. Anticipi e posticipi sono ineludibili perché, senza la pay tv, il calcio italiano sarebbe morto e sepolto da un pezzo (almeno così dicono…), ma a tutto c’è un limite.

Latita, come sempre più spesso accade, ogni parvenza del buon senso antico di cui l’Italia è stata in passato maestra. Manca il senso della cultura calcistica, che suggerirebbe di adeguarsi agli stili di vita dell’utenza di un qualunque prodotto-spettacolo, come fino a prova contraria è il calcio. Nessuna traccia di rispetto per il cliente che, come la pubblicità ci insegna, ha (dovrebbe avere) sempre ragione. Da noi, viceversa, ha sempre torto e continua a essere preso a pesci in faccia nonostante i soldi che spende.

Reggina-Torino prove di spezzatino, fa anche rima. Speriamo che alla fine il pranzetto calcistico anticipato della domenica non sia indigesto per tutti quanti. 

Sergio Mutolowww.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni2 settimane fa

La Juventus si riprende il talento di Sofia Cantore: sarà qualcosa di travolgente?

Quando nella stagione 2020-21 Sofia Cantore fu trasferita alla Florentia San Gimignano, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni...

Editoriali2 settimane fa

Superlega Serie A femminile: un occhio di riguardo per i vivai

Per certificare il ruolo cruciale dei settori giovanili nella prossima Superlega professionistica della A femminile, è necessario tenere bene a...

Opinioni3 settimane fa

Calcio femminile e ‘grande storia’ dei club: solo il tifo non è negoziabile

Il calcio è uno sport bellissimo, a prescindere dal genere. La sua valenza sociale riposa nella trasversalità del tifo, che...

Editoriali3 settimane fa

Serie A e Serie B femminili: mancano pochi giorni alle iscrizioni

Il termine di scadenza per le iscrizioni ai campionati di Serie A e Serie B femminile incombe. Entro le ore...

Opinioni4 settimane fa

Calcio femminile, non solo Superlega: e la copertura mediatica?

La Serie A Femminile – con il passaggio al professionismo – deve stabilire la sua mission, che passa attraverso un...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni3 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi