Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Inter_Roma_Zanetti(CALCIOPRESS) – Per la lotta scudetto la Roma c’è. In uno stadio Olimpico vestito a festa come nelle migliori occasioni, la Roma batte l’Inter, e riapre i campionato portandosi ad un punto dalla capolista. Una gara che ha vissuto due fasi. Nella prima frazione di gioco una Roma concreta e ben organizzata a fronte di un’Inter a basso regime di giri. La ripresa ha visto una metamorfosi della squadra di Mourinho, che ha preso d’assedio la Roma, trovando anche il gol del pareggio con Milito. Ma a rimettere le cose a posto ci ha pensato Toni, giunto alla quinta marcatura in nove gare.

Campionato riaperto: Del risultato gioisce la Roma, ma anche il Milan che domani può tornare a sperare di partecipare alla lotta scudetto. I giallorossi, oltre che ai sessantamila dell’Olimpico, ha goduto delle simpatie di quanti vogliono un campionato vivo ed incerto sino alla fine. La squadra di Ranieri ha così accontentato tutti, quelli che non amano Mourinho, quelli che non amano proprio l’Inter, e soprattutto i tanti che fanno il tifo per un campionato tirato.

Campionato e Champions: Quanto pagherà l’Inter il doppio impegno? Difficile da dirsi in questo momento. Una spia accesa però ci sta. L’inter prima degli ultimi tre impegni di campionato che hanno preceduto le gare di Champions non ha mai ottenuto i tre punti. Un pari con la Samp, una sconfitta a Catania e quella odierna dell’Olimpico. E se, come tutti ci auguriamo, l’Inter riuscirà a proseguire la  sua corsa verso Madrid, allora dire che il campionato è riaperto sembra quanto mai legittimo.

Roma non fa la stupida domani: La gara che vale una stagione la Roma è riuscita a farla sua, ma ora arriva il difficile per la squadra di Ranieri a cui non sarà concessa nessuna licenza, visto che ancora la capolista è distanziata di un punto. La rimonta dei giallorossi è stata sin qui inimmaginabile, sebbene i punti lasciati a Livorno pesano come un macigno in questo momento. Ha ritrovato, seppur per pochi minuti, il proprio capitano, quel Francesco Totti che se in condizione potrebbe far vivere grandi sogni ai propri tifosi. L’imperativo è proseguire senza mollare un centimetro.

Morganti, Rossomando e Lanciano: Questa sera, per chi ancora aveva dei dubbi, il fischietto di Ascoli Piceno ha fatto comprendere perché non è, e non sarà, un arbitro internazionale. Troppi gli errori per una gara delicata come quella tra Roma e Inter. Troppi i cartellini esposti e troppa poco autorità in alcuni frangenti dove avrebbe dovuto estrarre quello di colore rosso. Diciamo anche che non è stato fortunato con i due assistenti. Lanciano non vede un fuorigioco clamoroso di Pandev sull’azione del pareggio dell’Inter. Rossomando non gli segnala un bruttissimo fallo di Chivu, che passeggia con i tacchetti sulla coscia di Toni. Morganti inoltre ammonisce Brighi per simulazione, invece di decretare il calcio di rigore. Il contatto tra il centrocampista romano e Julio Cesar è solare, ma né lui né Rossomanno rilevano il fallo. Un rigore lo reclama anche l’Inter e ne ha ben ragione. Burdisso cintura Milito in fase di inserimento in area di rigore. Morganti e Lanciano lasciano correre. La designazione di Collina, in questa occasione, è apparsa assai fuori luogo.

Mourinho, Balotelli e il Fair Play: Forse la stucchevole querelle in casa Inter tra il tecnico portoghese e Mario Balotelli sta portando i suoi frutti. Tutti negativi a dir la verità, visto che Supermario in più di una occasione aveva risolto partite ingarbugliate simili a quella andata in scena questa sera all’Olimpico. E’ un personaggio veramente strano Josè Mourinho, a volte indecifrabile. Da lui devi aspettarti tutto e il contrario di tutto. E’ capace di gesti simpatici, come quando batte il cinque a Vucinic dopo un piccolo conciliabolo, oppure quasi affettuosi come quando saluta Totti mentre si apprestava al riscaldamento. Poi però te lo trovi a rovinare tutto quando, con la Roma con un uomo a terra (Menez) incita i suoi ad andare avanti con l’azione e non buttare fuori la palla per permettere i soccorsi al giocatore giallorosso. Nulla che non sia contro il regolamento sia ben chiaro, ma si poteva fare di meglio.

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film