Connect with us

Pubblicato

il

Bayern_stadio_Allianz L’Italia calcistica, e non solo, arranca a fatica dietro alle realtà europee che contano. L’arretramento nel Ranking Uefa fa il paio con l’impoverimento tecnico della nostra serie A, figlio della crisi economica ma anche del grave gap nell’impiantistica sportiva che ci farà verisimilmente perdere, dopo Euro 2012, anche Euro 2016.

Il calcio dell’Unione Europea è andato avanti e continua a crescere, mentre noi stiamo ancora a parlare di cosa fare dei nostri vecchi stadi e pensiamo di riempirli con quella curiosa invenzione del Ministro dell’Interno, Roberto Maroni, che risponde al nome di Tessera del tifoso.

I numeri ci sono tutti contro. Il raffronto con la Germania, che ci sta soffiando il terzo posto nel Ranking, è paradigmatico della nostra deriva. La Bundesliga (dati tratti dal sito Sport Business Management, ndr) ha fatto registrare in questa stagione una presenza media di 42.630 spettatori e, tra i maggiori campionati di calcio europei, quello tedesco è al primo posto per frequenza media negli stadi.

Nell’ambito dei 20 club calcistici europei con la maggior media spettatori, ci sono ben 8 club tedeschi: il Borussia Dortmund, il Bayern Monaco, lo Schalke 04, l’Amburgo, il Borussia Mönchengladbach, il Colonia, l’Eintracht Francoforte e l’Hertha Berlino.

Il Borussia Dortmund vanta 75.311 presenze medie, il Bayern Monaco 68.896 (nella foto: lo stadio Allianz) e lo Schalke 04 con 61.050. I tre club tedeschi sono attualmente in testa alla speciale classifica in questa stagione.

Nel corso degli anni la Bundesliga ha costantemente incrementato i suoi numeri. Nella stagione 2008-09 la frequenza media è stata di 42.521 e nel 2007-08 di 39.444. Una decina di anni fa, nel 1999-2000, la media era di 31.206.

Emma Rotini – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali5 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali3 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi