Connect with us

Pubblicato

il

Benevento_pres_Vigorito Trascorso l’ultimo stop stagionale, il Benevento riprende oggi la preparazione in vista del rush finale. Mai come in questa occasione, la sosta in casa giallorossa è arrivata a pennello, tenendo conto del momento delicato che sta attraversando la squadra cara al presidente Vigorito (nella foto). Tre sconfitte delle ultime tre giornate e giallorossi rispediti a tre lunghezze dai play-off a favore di una sempre più convincente Lumezzane; questo è quanto ha sentenziato il campo. Le prime due sconfitte, tra l’altro maturate tra le mura amiche, a favore di una rimaneggiata Cremonese e della penultima della classe, Pergocrema. Proprio quest’ultima partita fece scattare il famoso campanello d’allarme in casa giallorossa tanto da indurre, un sempre più arrabbiato presidente  a spedire tutti in ritiro in quel di Norcia.

Purtroppo alla ripresa delle ostilità, tutti si resero subito conto che il ritiro umbro non aveva sortito gli effetti sperati, ed infatti il Benevento “camploniano” riusciva a farsi battere anche dall’ultima della classe Paganese. Ovviamente i risvolti di questa sconfitta, che come detto ha addirittura allontanato la squadra sannita a tre lunghezze dall’ultima posizione utile per l’accesso ai play-off, ha scatenato la rabbia e la delusione da parte di una tifoseria che, durante il corso dell’anno non ha mai fatto mancare calore e incitamento, anche nelle lontanissime trasferte del nord Italia. Le avvisaglie che qualcosa si stava logorando tra tifosi e squadra si erano già avute al termine della partita persa in casa con il Pergocrema, quando la Curva Sud rifiutò il saluto da parte di una squadra dimostratasi sul campo, confusionaria, col fiatone e forse anche poco attaccata alla maglia in diversi suoi elementi. La sconfitta di Pagani non ha fatto altro che aggravare una situazione già di per se molto delicata, facendo tra l’altro riaffiorare i fantasmi di quel maledetto 21 giugno 2009, quando, tanto per ricordarlo ai meno attenti, diversi elementi dell’attuale rosa riuscirono a perdere in casa una serie B già virtualmente conquistata.

La società, dopo Pagani, ha nuovamente rispedito la squadra in ritiro, questa volta a Morcone, alle porte del capoluogo, cercando di recuperarla psicologicamente e fisicamente, nonché di far ritrovare a diversi elementi della rosa quantomeno la voglia di combattere per onorare una maglia, quella giallorossa, che probabilmente nelle ultime giornate, a parere di tanti, è stata indossata solo per onor di firma. Durante il ritiro morconese la società, tanto per non rimanere nulla di intentato, ha provveduto anche a tesserare il forte centrocampista Raffaele Longo (ex Modena) che già da diverse settimane si stava allenando con lo staff tecnico sannita. Longo sicuramente è un calciatore di grosso spessore per la categoria, ma a Benevento ormai la tifoseria è troppo scottata da un certo tipo di calciatore, che seppur provenendo da una categoria superiore, in campo riesce poi appena a svolgere il compitino. Ovviamente ora sta a Longo dimostrare di essere arrivato nel Sannio, pronto a scendere in campo con il coltello tra i denti per le prossime sei battaglie sportive.

I tifosi della Strega chiedono prima di tutto impegno e sudore per onorare la maglia e poi ovviamente un posto play-off per continuare ad inseguire il sogno di sempre. La squadra dal canto suo, seppure tecnicamente valida, può raggiungere l’obiettivo play-off solo se inizia ad interpretare le prossime partite in maniera diversa dalle ultime tre, ossia con maggiore voglia, cattiveria agonistica e cinicità sotto porta, caratteristiche queste, che mister Camplone dovrà essere bravo a far riemergere negli atleti a sua disposizione. In queste situazioni difficili la migliore cura rimane solo e sempre la vittoria e sabato prossimo, in tal senso, i giallorossi potranno sfruttare al massimo il turno casalingo contro il Como. I tifosi, ovviamente delusi, sono alla finestra, in attesa quantomeno di una reazione d’orgoglio da parte dei calciatori che andranno in campo indossando la maglietta giallorossa. Inizia quindi una settimana importante in casa giallorossa, in concomitanza proprio con la più famosa settimana Santa dei cristiani, e pertanto, permettendoci un irriguardoso paragone, siamo certi che anche l’augurio dei tifosi sanniti sia quello di una “Resurrezione” , ma in questo caso, della propria squadra del cuore.

Gianluca Napolitano – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film