Connect with us

Pubblicato

il

Fiorentina_DDV(CALCIOPRESS) – Giornata pesante per i tifosi della Fiorentina, che si sono svegliati con la notizia pubblicata dal Corriere dello Sport che annunciava il disimpegno dei Della Valle a capo del sodalizio viola. Inutile sottolineare come una notizia del genere abbia, in breve tempo, occupato pieno spazio nei bar e nei ritrovi dei tifosi gigliati. I vari siti internet dedicati alla Fiorentina si sono subito adoperati per saperne di più. Le radio, anch’esse attente alle situazioni in casa viola, hanno preso in mano i microfoni informando a tamburo battente i tifosi sugli sviluppi della vicenda.

Sin da subito si è scatenato un vero e proprio tam tam alla ricerca di notizie certe, di comunicati e smentite. Anche se con qualche ora di ritardo, alcuni dei protagonisti hanno rilasciato importanti dichiarazioni. Da una parte Diego Della Valle, presidente onorario della Fiorentina e da molti indicato quale vero e proprio presidente, in un comunicato stampa ha confermato il proprio disimpegno. Anche mister Prandelli ha voluto far conoscere la sua posizione, che è quella di rispettare il contratto in scadenza nel 2011.

Insomma, chi aveva visto tutto nero nell’arco della giornata è tornato a vedere colori più chiari su una vicenda che sembrava il passo d’addio a una Fiorentina di vertice. Quindi tutto rientrato? Passate le paure iniziali? Stando al pensiero di alcuni tifosi storici e di qualche addetto ai lavori sembrerebbe proprio così. Allarme rientrato. Quindi non è accaduto nulla?

A mio personale parere non è proprio così. Ci sono dei punti, delle parole dette e non dette che lasciano questa vicenda ancora aperta. In primo luogo; se è vero che Diego Della Valle era il vero patron di questa società, il suo disimpegno quali scenari lascia aperti? Andrea Della Valle, già presidente dimissionario, come rientrerà in casa Fiorentina? E come mai proprio colui che dovrebbe prendere in mano in tutto e per tutto le sorti della Fiorentina non ha rilasciato alcun tipo di dichiarazione? Perché mister Prandelli, che sino a pochi giorni fa era pronto a sedersi al tavolo delle trattative per firmare ancora per cinque anni, riduce il tutto al rispetto di un contratto che scade nella prossima stagione?

Tutti interrogativi che, al momento, non hanno avuto alcun tipo di risposta. Almeno di quelle che sgombrano il campo da ogni equivoco. La sensazione è che il “Progetto” dei fratelli Della Valle sia al capolinea e che non abbia possibilità di ripresa. I più maliziosi hanno abbinato la notizia alle elezioni regionali e alla Cittadella Viola. Molto probabilmente non sarà questa coincidenza la connessione al disimpegno di DDV, ma è certo che molti interrogativi restano. Sta ora ai protagonisti fare chiarezza su una situazione che sembra preludere al viale del tramonto.

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali5 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali3 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi