Connect with us

Pubblicato

il

inter_Milito(CALCIOPRESS) – L’Inter si aggiudica la gara di andata dei quarti di finale contro il Cska Mosca. Il solito Milito mette a segno la rete decisiva, che permette agli uomini di Mourinho di presentarsi a Mosca con il minimo vantaggio. I nerazzurri giocano una prima frazione di gara sottotono e permettono agli ospiti di arginare agevolmente la manovra offensiva di Milito e compagni. Nella ripresa la squadra di Mourinho prende decisamente in mano le redini di gioco e grazie ad un ritmo di gara molto alto mette in difficoltà la squadra russa. Il risultato di 1 a 0 risulterà molto stretto ai nerazzurri che più volte sono andati vicino alla rete del raddoppio. Nella partita di ritorno ci sarà da soffrire ma l’impresa non appare impossibile, visto anche la differenza dei valori visti in campo.

Eto’o e Milito: Inutile rimarcare che Eto’o non è un esterno di attacco. L’attaccante nerazzurro si sacrifica per la causa, ma quella posizione in campo non la digerisce bene. Quando si accentra, spesso si scontra con il compagno di reparto. Non è un caso che le migliori prestazioni di Eto’o sono state da punta centrale. Milito prende la sua posizione e anche in questa occasione mette a segno la rete decisiva. Si giova molto dei movimenti di Eto’o e Pandev, che spesso lo mettono nelle condizioni di puntare a rete.

I Russi: Josè Mourinho temeva che il fortunato sorteggio potesse deconcentrare i propri giocatori. Così non è stato, ma il Cska ha dimostrato di essere una buona squadra. Niente di trascendentale, ma i russi sono apparsi molto compatti, specialmente nella prima frazione di gara, quando con buona condizione fisica hanno chiuso ogni varco alle azioni dei nerazzurri. Nella ripresa sono andati in difficoltà sulle accelerazioni della squadra di Mourinho, giocando una partita prettamente improntata sulle ripartenze.

La qualificazione: Il minimo scarto, e la gara di ritorno da giocare su un campo sintetico, mettono un pizzico di brivido sulla qualificazione alle semifinali. I valori in campo visti a San Siro parlano di un’Inter nettamente favorita al risultato finale. Di contro c’è la sola rete messa a segno dai nerazzurri che non lascia molti margini di tranquillità, ed appunto un campo molto più veloce e la poca abitudine delle squadre italiane a calcare certi tipi di manti erbosi.

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film