Connect with us

Pubblicato

il

Taranto_Bremec Per gli jonici (nella foto: il portiere Bremec) la trasferta di Cava dei Tirreni rappresenta l’ultima chiamata per i play off. L’affermazione potrebbe sembrare esagerata, ma per certi aspetti non lo è. I motivi? Molteplici. In primo luogo il campionato è davvero agli sgoccioli, dopo il turno di sabato prossimo, le giornate rimanenti fino alla fine del torneo sono solo cinque. Inoltre rispetto alle dirette antagoniste, il Taranto ha in calendario le gare più difficili e quindi i tre punti da limare, per agganciare l’ultimo posto utile per gli spareggi promozione, potrebbero  anche risultare insormontabili. La riammissione al campionato del Potenza, che, in ogni caso, è stato penalizzato con la retrocessione in Seconda Divisione, può certamente agevolare la rincorsa di Corona e soci.  E’ lecito, però, chiedersi con che spirito i lucani affronteranno le prossime gare e sopratutto con quale formazione?  Difficile fornire una risposta. Per questo gli uomini di Passiatore dovranno assolutamente conquistare la vittoria al “Simonetta Lamberti” per continuare a sperare nei play off. Altrimenti addio sogni di gloria. Un eventuale pareggio, invece, lascerebbe ai rossoblu il solito senso di aleatoria incompiutezza, ma non muterebbe la sostanza. Intanto la gara tra Cavese e Taranto è stata assegnata alla direzione del sig. Vivenzi di Brescia.

Formazione. Rivoluzionata per necessità, ma anche per scelte tecniche. Mister Passiatore è intenzionato ad apportare almeno 5(o 6) modifiche rispetto all’undici che è stato sconfitto dal Pescara lo scorso 21 marzo. Il reparto che subirà maggiori variazioni sarà sicuramente la difesa a causa delle squalifiche di Calori e Prosperi, oltre alla certificata assenza dell’infortunato Panarelli (distorsione alla caviglia) e Bolzan (problemi al ginocchio). Allora spazio al rispolverato Imparato, che agirà sul versante destro; al recuperato (dai problemi al ginocchio) Bolzan, che occuperà la fascia mancina al posto di Colombini, e all’esordiente (in maglia rossoblu) Magnusson. Lo svedese andrà a comporre la coppia di centrali insieme a capitan Migliaccio. Rinnovata sarà anche la mediana jonica: Giorgino rientrerà dal primo minuto al posto del finlandese Taulo coadiuvando nel ruolo d’interno Rajcic. Il forfait di Scarpa (tendinite), invece, schiuderà le porte al giovane Triarico, che occuperà la fascia sinistra. Scontata a destra la riconferma di Cuneaz. Nel reparto avanzato si profila un ballottaggio tra Corona (al momento favorito) e Innocenti per affiancare il giovane Russo. Attualmente pare fuori dai giochi Emanuele Ferraro, almeno per quanto concerne un suo utilizzo dal primo minuto. L’ex bomber della Salernitana ha palesato qualche segno di nervosismo (maglia sfilata e gettata) durante il test di giovedì scorso, disputato da Corona e compagni contro l’Alberobello-Noci e terminato con il risultato di 7-2 per i tarantini.

Probabile undici (4-4-2): Bremec; Imparato, Migliaccio, Magnusson, Bolzan; Cuneaz, Giorgino, Rajcic, Triarico; Corona (Innocenti), Russo.

Enrico Losito www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali7 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali3 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi