Connect with us

Pubblicato

il

Potenza_manifestazione Il Collegio arbitrale del Tribunale Nazionale di Arbitrato per lo Sport, composto dal Prof. Avv. Massimo Zaccheo (Presidente), dal Prof. Avv. Tommaso Edoardo Frosini e dal Prof. Avv. Maurizio Benincasa (Arbitri), in merito alla controversia Potenza Sport Srl/Federazione Italiana Giuoco Calcio, ha accolto in parte l’istanza d’arbitrato e per l’effetto ha così disposto:

in parziale riforma dell’impugnata decisione della Corte di Giustizia Federale della Federazione Italiana Giuoco Calcio, retrocede Potenza Sport Srl all’ultimo posto in classifica del Campionato Lega Pro di Prima Divisione a.s. 2009 / 2010 a norma dell’art. 18, lett. h) del Codice di Giustizia Sportiva.

L’udienza, iniziata alle ore 10 si era conclusa all 15.30. Si doveva dicutere il ricorso del Potenza. Il club lucano è stato escluso dal girone B della Prima Divisione di Lega Pro per decisione della Corte di Giustizia Federale, in seguito all’accertamento di un illecito sportivo consumato nell’aprile del 2008 in occasione della partita con la Salernitana (penalizzata di sei punti) valida per il campionato di serie C1 (nella foto: corteo di protesta). All’esterno dello stadio Olimpico (sede del Tnas) stazionavano circa cento tifosi lucani, giunti a Roma con un pullman e mezzi privati, per fare sentire la voce di una città ferita.

Il Tribunale arbitrale (primo grado di giudizio esterno alla Figc) è ospitato dal Coni e formato da giuristi all’uopo abilitati. Il Coni non interviene direttamente nel contenzioso. La decisione spetta dunque ai tre arbitri (Zaccheo, Frosini e Benincasa), in numero dispari per consentire una decisione a maggioranza anche se di solito il verdetto è unanime.

Anche il sindaco di Poitenza Vito Santarsiero si era mosso in difesa del club e ha inviato una lettera al presidente della Figc, Giancarlo Abete, auspicando una netta separazione “delle indagini della magistratura dalle questioni sportive”. Santarsiero si dice “convinto che ci siano tutte le condizioni per la riammissione al campionato”, e che il provvedimento di esclusione dalla Prima Divisione “penalizza oltremodo una realtà che da sempre si contraddistingue per la passione, per una grande storia calcistica e per la civiltà con cui segue la squadra”.

Sa. Mig. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film