Connect with us

Pubblicato

il

Palermo_Rossi Su Catania-Palermo pesa, come un macigno, la memoria della tragica morte dell’ispettore di polizia Filippo Raciti.

Era il 2 febbraio 2007 quando Raciti perse le vita, in coda a una maledetta giornata contrassegnata dagli scontri bestiali tra i tifosi e da una disumana violenza. Si giocava, a Catania, proprio il derby di Sicilia.

Per il calcio italiano fu l’inizio di una deriva che sembra non avere più fine.

Domani questa gara si gioca ancora una volta al Massimino. Dal 2 febbraio 2007 gli incroci tra le due tifoserie sono rigorosamente proibiti. Anche stavolta è scattato, puntuale, il divieto del Casms e dell’Osservatorio. I sostenitori rosanero non saranno presenti alla gara. 

Sull’argomento ha voluto dire la sua, con la pacatezza e il buonsenso che lo contraddistinguono, anche l’uomo dei sogni del popolo rosanero. Quel Delio Rossi che sta cercando di regalare ai propri tifosi un traguardo da tanto tempo inseguito.

L’allenatore dei miracoli ha detto infatti che “Giocare una partita di calcio senza tifosi è una sconfitta per questo sport. Specialmente nel derby, una partita che deve essere colorata, deve essere sentita, ma deve rimanere lì. Fino a che avremo i tifosi che non possono andare allo stadio non potremo parlare di calcio”.

Poche parole, rasserenanti e sagge, che non devono suonare di offesa per nessuno. Brevi frasi sulle quali meditare. Se possibile, per accoglierle con quella capacità di ascolto sempre più rara nel mondo individualista nel quale stiamo vivendo.

Perchè da qualche parte il calcio italiano dovrà pur avere la forza di ripartire, per ritrovare se stesso. 

Sergio Mutolo – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali2 mesi fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi