Connect with us

Pubblicato

il

Monza_GrossetoGrande prova dei ragazzi di Cevoli che superano in rimonta (2-1) il Lumezzane. Ottima prova del giovane motorino di centrocampo Prato. Pronti, via e il Lumezzane passa. Al 1’ Pintori ( il migliore fra i suoi) fa secco Campinoti e crossa al centro per l’accorrente Galabinov che di testa fulmina Westerveld. Ospiti in vantaggio. Il Monza si riorganizza subito e già al 13’ ha l’occasione per impattare: splendido dai e vai tra Eramo e Samb con quest’ultimo che conclude di poco alto. E’ solo il preludio al gol. Minuto 20: Prato recupera una palla ormai persa e serve Eramo il quale lascia partire un destro che carambola contro un difensore ospite per poi finire in rete. 1-1. Palla al centro.

Il Monza controlla agevolmente la partita ma non riesce a concretizzare. Al 39’ Iacopino lancia Viola che sbaglia clamorosamente un assist per Samb, tutto solo in area di rigore. Subito dopo Gazzoli è decisivo nell’opporre il proprio corpo in uscita al centravanti colored brianzolo. Al 45’ azione di rimessa dei padroni di casa ma, ancora una volta, è l’ultimo passaggio ad essere errato. Termina così la prima frazione di gioco con un gol per parte: pareggio che sta un pochino stretto ai padroni di casa che hanno avuto più occasioni per il raddoppio.

10 MINUTI SUPER – Spettacolo. Estrema sintesi per definire i primi dieci minuti del secondo tempo dei biancorossi. Almeno quattro limpide palle gol avute dai ragazzi di Cevoli. Al 46’ doppia occasione per il Monza: tiro di Samb, ribattuto da Mei, sulla sfera si avventa Iacopino che calcia a botta sicura ma è strepitoso Gazzoli a deviare in corner. Sul conseguente calcio d’angolo una zuccata di Samb è leggermente impreciso. Momento di forcing dei padroni di casa. Pressione che di lì a poco sarà premiata. Scocca il 53’ e il traversone di Iacopino è un invito a nozze per Samb che con un imperioso stacco lascia di sasso l’incolpevole portiere bresciano. Al 54’ Viola getta alle ortiche il possibile tris, incartandosi sul più bello. Applausi.

FASE DI CONTROLLO –  Il Lumezzane non riesce ad imbastire una benché minima reazione e per il Monza è un gioco da ragazzi tenere in mano le redini dell’incontro. Sono anzi i brianzoli che potrebbero segnare ancora, ma la bandierina alzata del guardalinee nega l’opportunità a Viola di presentarsi a tu per tu con Gazzoli. Fuorigioco dubbio, da prova TV. Giusto il tempo di due standing ovation per Samb e Prato sostituti da mister Cevoli che l’arbitro pone fine al match.

FELICI E CONTENTI – Giocatori, staff e tifosi con un’immensa gioia per una vittoria conquistata nettamente ancor più di quel che dice il risultato. E domenica prossima ancora al “Brianteo”. Avversario di turno il Pergocrema, compagine molto agguerrita e carica a palettoni per l’altisonante successo odierno per 4 a 0 sul Lecco. Incontro per nulla semplice con la squadra cremasca assetata di punti per evitare i play-out e con il Monza conscio di potersela giocare alla pari con chiunque. Sarà certamente una battaglia che, se vinta, significherebbe salvezza quasi certa seppur non matematica per i ragazzi di Cevoli. Felice di non essere smentito…

MONZA BRIANZA : Westerveld, Esposito, Campinoti, Eramo, Fiuzzi, Cudini, Iacopino, Prato (dal 46 st Zebi), Samb (dal 41 st Stefano), Viola (dal 28 st Russo), Oualembo. – All. Cevoli N.E.: Marcandalli, Tuia, Anghileri, Chedric.

LUMEZZANE : Gazzoli, Formiconi (dal 27 st Zanardini), Pini (dal 7 st Nicola), Grippo, Mei, Emerson, Pintori, Calliari, Galabinov, Lauria (dal 7 st Bradaschia), Daud. – All. Menichini N.E.: Trini, Checcucci, Romeo, Faroni.

Arbitro : Cafari Panico di Cassino
Marcatori : Galabinov (L) al 1 pt, Eramo (M) al 20 pt, Samb (M) al 8 st.
Note Ammoniti Esposito (M), Viola (M), Daud (L), Bradaschia (L), Emerson (L). Angoli 7-5, recupero 2 + 5

Matteo Oggioni  www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali6 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali3 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi