Connect with us

Pubblicato

il

Pescara_-_portiere_PinnaBattiamo la Reggiana e non ci fermiamo più. Questa è la frase ricorrente tra i giocatori e i dirigenti del Pescara (nella foto: il portiere Pinna). Battere la Reggiana per fare quaterna di risultati e vincere il campionato. Considerando che davanti ci sono Hellas Verona e Portogruaro potrebbe sembrare una spacconata e, invece, tutti sono convinti di essere solo portatori di una verità in cui tutti credono con fede cieca.

Da che deriva questa certezza? Dal fatto di aver trovato i giusti equilibri tattici con Di Francesco, dalla considerazione che fisicamente stanno tutti bene, dalla consapevolezza che il Verona denuncia segni di stanchezza, dallo scontro finale tra Portogruaro e lo stesso Verona…

Insomma, qui a Pescara, sono convinti di potercela fare ad andare in B direttamente, senza passare per i play off. Comunque, aggiungono, se proprio dovessimo fare i play off, vorremmo che vincesse il Verona e con noi ci fosse il Portogruaro. Perchè? Presto detto:  temono che il Verona abbia protezioni più o meno confessabili, mentre con il Portogruaro, nonostante abbia una classifica avulsa migliore, avendo vinto a Pescara, lo scontro sarebbe più “limpido”.

Personalmente ci sembra una esagerazione da tifosi, ma, come sapete, nel calcio certe sensazioni sono dure a morire e, freudianamente, le sensazioni diventano pesanti come certezze…

Di positivo, ad onor di cronaca, registriamo solo la determinazione di tutto l’apparato che sta vivendo momenti davvero entusiasmanti. Il presidente De Cecco ha ridotto ancora i prezzi per avere uno stadio pieno e la fibrillazione è in atto con i tassi di adrenalina in crescita.

Gianni Lussoso – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali5 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali3 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi