Connect with us

Pubblicato

il

Cavese_gol_SchetterLa sala stampa del “Lamberti” è poco trafficata. Paolo Stringara (Cavese), che toglie il posto a Turienzo, mastica amaro mentre analizza il pareggio di oggi. Dura ripensare a quell’errore difensivo: «Siamo stati ingenui – esordisce il mister -, non si può lasciare tutto quello spazio. Possiamo solo rammaricarci, perché visti i risultati delle altre potevamo chiudere il discorso salvezza. Invece siamo ancora in gioco e sarà così fino all’ultima giornata. Ma d’altronde lo sapevamo. Avevamo pensato che si potesse aspirare a qualcosa di importante ma non abbiamo mai distolto l’attenzione dal nostro primo, fondamentale obiettivo, che è la salvezza». Analizzando la partita, Stringara ha parole di elogio per l’Andria, anche per sottolineare la bontà della prova dei suoi: «Loro sono un’ottima squadra, quella che mi ha impressionato di più finora. E noi non li abbiamo mai sofferti, non han creato granché. Nella ripresa ho infoltito il centrocampo per addormentare la partita e ci eravamo anche riusciti, poi c’è stato quell’errore… non ci avrebbero mai tirato in porta». Ora si pensa alla ostica trasferta contro il Giulianova: «Sarà dura, è una squadra che corre e servirà una gara intelligente». Prima di rispondere a chi gli chiede quanto incida la situazione societaria sulle prestazioni della squadra, Stringara ci pensa un po’: «Cerchiamo di non farci condizionare. Questo è uno spogliatoio serio e stiamo gestendo bene il problema. Anche questo è sinonimo di compattezza».

Per un problema familiare, Aldo Papagni lascia Cava de’ Tirreni a partita appena finita e non si ferma ai taccuini. A parlare per lui, il suo vice Vincenzo Marino, che esordisce analizzando i due rigori: «Sul primo non abbiamo capito cos’abbia fatto il guardalinee; ci sembrava fuorigioco di Schetter… sul nostro penso ci siano pochi dubbi, la trattenuta era netta». Sulla partita :«È finita com’è nata, nessuna squadra è stata superiore all’altra. Il rigore loro è arrivato in un buon momento per noi e siamo stati bravi a non disunirci, raggiungendo un pari meritato». Il finale di stagione vedrà l’Andria affrontare due gare interne e una trasferta, l’obiettivo è la salvezza diretta: «Tenteremo di salvarci, dovremo sfruttare le occasioni. Domenica col Pescina non dovremo sbagliare. Comunque la situazione è contorta, mancano tre partite ma la quota salvezza non è definita».

Davide Lamberti www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali5 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali3 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi