Connect with us

Pubblicato

il

Pescara_-_portiere_PinnaDavanti a diecimila spettatori il Pescara si aggiudica lo scontro diretto con la Reggiana al termine di una partita decisamente a senso unico, con la squadra emiliana apparsa in giornata negativa.

Schieramenti. Mister Di Francesco deve rinunciare in extremis all’esterno sinistro Bonanni (infortunatosi alla vigilia della partita) e al centrocampista Zappacosta (colpito da virus intestinale), oltre al baby Verratti. Il mister conferma il suo 4-4-2 con Pinna tra i pali, Zanon o Medda sull’out di destra e Petterini a sinistra; la coppia centrale difensiva è affidata al duo Olivi-Sembroni. Dettori e Soddimo sono gli esterni; la linea mediana di centrocampo è formato dal tandem Tognozzi-Coletti. La Reggiana è priva di molti titolari (Andersen squalificato e Stefani infortunato) e presenta il giovane D’Alessandro a destra e a sinistra Mei. Coppia centrale formata da Girelli e Zini, con Maschio e Saverino in mediana. Il centrocampo torna all’antico con Nardini a destra e Viapiana a sinistra. Alessi gioca alle spalle dell’unica punta Ingari.

Cronaca. Al 2′ cross insidioso del Pescara dalla fascia sinistra, palla deviata sotto porta da un difensore ospite che va in calcio d’angolo. Dal corner scaturisce un tiro di Ganci da fuori area, fuori dallo specchio della porta. Al 7′ il Pescara vicino al gol con Sansovini imbeccato benissimo in contropiede con un colpo di testa a seguire di Ganci: l’attaccante romano, a tu per tu con un difensore avversario, lo salta con un pallonetto e tira in rete ma Tomasig  manda la palla in calcio d’angolo con un grande intervento. All’8′ Pescara in vantaggio: sugli sviluppi di un corner battuto da Coletti interviene Tognozzi che si esibisce in una splendida rovesciata che finisce direttamente in rete. Preme sull’acceleratore la squadra biancoazzurra e dieci minuti più tardi Soddimo fa uno show sulla fascia destra: l’esterno biancazzurro ubriaca un paio di avversari con finte veloci prima di conquistare un prezioso corner.  Al 21′ la Reggiana si sveglia e manca una clamorosa palla-gol: Nardini trova il varco centrale sfruttando un’indecisione della difesa adriatica, salta Pinna con un tocco sotto il pallone, ma l’accorrente Ingari a porta vuota e dentro l’area di rigore non trova lo specchio Al 27′ il Pescara giunge al raddoppio con uno splendido colpo di testa di Ganci servito da una palla con il contagiri di Dettori. Al 30′ il Pescara ancora in avanti con Sansovini che ci prova con un’azione solitaria conclusa con un tiro dal limite che non trova lo specchio della porta. Ancora protagonista al 41′ Sansovini che va vicino al tris mancando il pallone a pochi passi dalla porta di Tomasig, nonostante una bella scivolata su cross rasoterra dalla destra da parte di Zanon. Al 45′ colpo di testa debole di Ganci finito tra le braccia di Tomasig.

Nella ripresa si registra subito al 6’st una occasione per la Reggiana con un colpo di testa di Alessi servito da un cross di Ingari. La palla è alta sulla traversa di Pinna. Due minuti dopo Soddimo da posizione favorevole non trova l’impatto vincente con la sfera e la palla è in corner. Al 10’st la Reggiana apre le danze delle sostituzioni: fuori Nardini, dentro Temelin. Tre minuti dopo al Pescara spettacolare sull’asse Sansovini-Ganci-Sansovini: la triangolazione viene conclusa da Sansovini con uno splendido tiro al volo bloccato con difficoltà da Tomasig a terra. Dieci minuti più tardi è il Pescara ad operare il primo cambio fuori l’ottimo Ganci, rilevato da Zizzari. Al 29’st seconda sostituzione nel Pescara: dentro Gessa, fuori Sansovini. Un minuto dopo terza rete dela giornata con un colpo di testa di Coletti su calcio d’angolo: a portiere battuto ci ha provato Alessi a fermare la sfera con una mano sulla linea di porta, ma invano. Al 32’st la formazione della Reggiana effettua la seconda sostituzione: dentro Mallus, fuori D’Alessandro. La partita volge al termine con il Pescara che amministra bene il risultato.

Abruzzesi nettamente superiori. Reggiana incapace di reagire al pressing asfissiante dei giocatori pescaresi. La squadra del presidente De Cecco con questa vittoria raggiunge in vetta la coppia formata da Portogruaro e Hellas Verona. Nel prossimo turno trasferta difficile sul campo di Foggia, mentre il Verona ospiterà in casa il Taranto e il Portogruaro andrà a giocare in trasferta sul temibile campo di Potenza.

PESCARA (4-4-2): Pinna, Zanon, Petterini, Coletti, Mengoni, Olivi, Soddimo (dal 33’st Vitale), Tognozzi, Sansovini (dal 28’st Gessa), Dettori, Ganci (dal 24’st Zizzari). A disp: Bartoletti, Sembroni, Medda, Carboni. All. Di Francesco

REGGIANA (4-4-1-1): Tomasing, D’Alessandro (dal 31’st Mallus), Mei, Saverino, Zini, Girelli, Nardini (dal 10’st Temelin), Maschio, Ingari, Alessi, Viapiana (dal 38’st Castiglia) A disp: Manfredini, Ferrando, Romizzi, Ferrari, Temelin. All. Domissini.

Arbitro: Del Giovane di Albano Laziale

Assistenti: Orlandi – Bruni

Reti: 8’pt Tognozzi, 27’ pt Ganci, 29’ st Coletti

Ammoniti: Sansovini ( P ), Coletti, Dettori ( P ), Alessi ( R )

Angoli: 11 Pescara, 0 Reggiana 

Tutto quello che c’è da sapere sui Play Off

Rita Consorte – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali5 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali3 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi