Connect with us

Pubblicato

il

Pescara_colpo_di_testaNon ce ne voglia il buon Antonello Cuccureddu, ma se il Pescara lo avesse esonerato prima, come chiedeva la piazza, oggi la squadra starebbe da sola al primo porto. Con Eusebio Di Francesco i biancazzurri hanno cambiato volto e mentalità  migliorandosi sul piano tattico ed atletico.

In sei settimane sono stati capaci di annullare il vantaggio di otto punti dell’Hellas Verona e hanno, ora, serie possibilità di promozione diretta. La chiave di volta sono stati alcuni accorgimenti tattici che Antonello Cuccureddu non aveva saputo intuire e il Dettori da lui “stralunato”, con Di Francesco, è diventato l’arma in più del Pescara.

A questo punto diventa ancora più dura l’accusa a Lucchesi di non aver saputo gestire il mercato di gennaio quando non ha saputo trovare per la squadra l’elemento che avrebbe dovuto saper giocare da play davanti la difesa e aver lasciato un organico gonfiato che rappresenta un oneroso impegno economico per  il Delfino Pescara 1936.

Comunque, per fortuna, la solidità societaria e l’acume di Di Francesco stanno garantendo un finale di torneo ad alto livello ed i tifosi sognano di lasciate la Lega per tornare in serie cadetta.

Ci sono tre impegnativi confronti da superare e, certamente, quello di Foggia è il più difficile visto che dopo si ospiterà il Potenza e si chiuderà con un Marcianise che si spera non abbia più problemi di salvezza, con lo scontro diretto tra Verona e Portogruaro che potrebbe tornare utile alla economia della classifica pescarese.

Gianni Lussoso www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film