Connect with us

Pubblicato

il

Triestina_FantinelSulle dichiarazioni del presidente dell’Aic Sergio Campana relative ai ritardi nel pagamento degli stipendi ai giocatori in serie B, diffuse oggi da Repubblica e riprese da numerosi organi di stampa, si registrano due prese di posizione.

La prima dell’Associazione Italiana Calciatori, che fa alcune precisazioni in merito ricorrendo a un comunicato ufficiale. La seconda del presidente della Serie B Fantinel (nella foto) attraverso una nota stampa che compare sul sito della Lega calcio e che riportiamo integralmente.

“In relazione alle dichiarazioni dell’avv.Campana lette oggi sulla stampa, il Presidente della Serie B Stefano Fantinel puntualizza: “Sono felice che oggi l’AIC abbia rettificato il senso delle dichiarazioni riportate dai giornali con le dovute precisazioni, che rendono onore alle società, specie quelle più virtuose. Che la Serie B stia vivendo un momento di particolare difficoltà, è noto, come del resto ripetiamo ormai da molto tempo. Le proprietà dei club si trovano a far fronte da un lato alla congiuntura economica che li impegna duramente sul fronte aziendale e dall’altro alla pochezza dei proventi sportivi, che in questa stagione registrano il minimo storico di ricavi per la Serie B. Ebbene, malgrado questo, la quasi totalità delle società di serie B sta dimostrando di onorare gli impegni contrattuali presi con i tesserati, ottemperando a quelle che sono le normative federali. Addirittura quasi un quarto dei club è ancora più virtuoso dal punto di vista del pagamento degli emolumenti. Che vorrei ricordare non riguardano solo i calciatori, ma anche tutti gli altri addetti ai lavori, dagli impiegati ai collaboratori, ai settori giovanili. A fronte di grossi sacrifici, quindi, i presidenti e gli imprenditori stanno confermando la loro strenua volontà di dare continuità al loro impegno sportivo verso le squadre e le città che rappresentano. Ovviamente questo non significa che siamo tranquilli, le difficoltà ci sono, è giusto monitorarle e se serve denunciarle. Proprio in queste settimane siamo impegnati, attraverso la Lega Calcio e con tutte le componenti e la federazione in primis, a trovare gli accorgimenti più opportuni affinchè il sistema calcio professionistico possa dotarsi, se necessario, di strumenti ancora più garantistici verso il rispetto delle regole, i controlli e le verifiche economiche, finanziarie e strutturali. Ma è chiaro che anche l’AIC deve capire che i vecchi schemi e le rivendicazioni di un tempo sono ormai anacronistici e necessitiamo di un approccio che tenga conto del mutato scenario economico. La Serie B, che nel prossimo futuro dovrà camminare con le proprie gambe, si sta organizzando, predisponendo un progetto organico di consolidamento e rilancio, nel rispetto della grande tradizione calcistica che vanta, soprattutto a livello territoriale. Insieme dovremo trovare il modo per individuare un modello economico sostenibile che permetta agli imprenditori di oggi di rimanere nel nostro mondo e se possibile intercettarne di nuovi nel prossimo futuro. E questo sarà possibile solo se si cambiano le regole, con il contributo costruttivo e doveroso di tutti”. 

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali6 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali3 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi