Connect with us

Pubblicato

il

balotelli_mourinho1Tra Mario Balotelli e l’Inter ormai sembra essere finita. Come le più belle storie d’amore, anche quella tra il giocatore e i nerazzurri si avvia verso la strada della separazione. Se consensuale o per colpa non è dato saperlo, visto che solo ieri si pronunciava la parola mobbing. Inutile riordinare la cronistoria di quello che è stato l’ultimo epilogo di questo conflitto, durante la gara con il Barcellona. Mario ha compreso l’errore del gesto, giustificandolo in un sintetico: agli altri tutto è permesso, a me no.

Il ragazzo è tornato sui suoi passi e ha chiesto scusa, nonostante l’aria alla Pinetina non girasse a suo favore. Niente da fare, le scuse sembrano non bastare e il rapporto tra le parti appare logoro. Sulla questione è intervenuto anche l’agente di Balotelli, Raiola, che non è stato certo tenero nei confronti dell’Inter e in particolar modo di Mourinho.

Ai microfoni di Sky Sport 24, Raiola ha commentato la situazione con dichiarazioni che non lasciano adito a dubbi.

«Le scuse di Balotelli nascono perché lui le sente, la situazione è abbastanza chiara e non ha bisogno dei miei commenti. Sono scuse sincere, lui si è subito pentito delle sue azioni. Ci ha pensato, ci ha riflettuto, e lui non è uno che chiede facilmente scusa. Un accumulo di stress, di tensione per programmare il futuro».

«Mario vuole solo giocare al calcio e fare bene, è l’unica cosa che desidera. Con l’Inter è un rapporto ricomponibile? Non lo so, adesso penseremo al futuro con la società, vediamo con calma quello che succederà e vedremo di trovare una soluzione. E’ chiaro però che così non può andare, lo sa anche il club. Mobbing? Mai detto e mai pensato».
 

«Ho incontrato Corvino ma non abbiamo parlato di Balotelli, abbiamo parlato di Natali. Cesare ha un contratto di due anni con i viola, ha fatto molto bene questa stagione. Poi non è che devo dirvi tutto solo perché me lo chiedete». 

«Credo sia un atto di poco rispetto verso l’Inter parlare di altre squadre, l’unico consiglio giusto che posso dare a Balotelli è quello di non pensare a nient’altro che a vincere tutto il possibile e a lavorare bene con la squadra. Poi ci sarà tutto il tempo per pensare al futuro di Mario. Io non escludo che lui possa restare nerazzurro, ma devono esserci le giuste condizioni»

Insomma, una situazione che appare insanabile e che verosimilmente porterà il talento nerazzurro a cambiare aria nella prossima stagione. Di squadre disposte ad assicurarsi le prestazioni del giocatore ce ne sono tante, in Italia e all’estero. Tutto dipenderà da cosa si metterà sul piatto della bilancia.

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film