Connect with us

Pubblicato

il

Calciopress_Archivio______04A tre giornate dal termine del campionato è un rebus la promozione diretta in cadetteria, nel girone B della Prima Divisione di Lega Pro. Tre squadre sono al comando con 52 punti e hanno tutte e tre identiche possibilità di farcela.

In casi come questi un occhio ai dati statitistici non guasta mai, perché  i numeri servono a capire meglio le situazioni e la loro evoluzione. Anche se è vero che le statistiche sono fatte proprio per essere smentite dai fatti, soprattutto nel calcio,

L’Hellas Verona ha vinto meno delle altre due concorrenti alla B (12 volte), ma ha perso solo 3 partite. La squadra gialloblù pareggia troppo spesso (16), ma ha segnato una rete in più delle concorrenti (35) e ne ha subite solo 16. Gli scaligeri arrivano alla volata finale abbastanza spompati. L’analisi delle ultime otto partite (ovvero dei due mesi appena trascorsi) conferma che hanno raccolto solo 8 punti, con la mediocre media di un punto per gara. Hanno vinto solo una volta (con il Giulianova), poi 5 pareggi e 2 sconfitte che hanno pesato tanto sul recupero delle contendenti. Il calendario sembrerebbe avvantaggiare i gialloblù di Remondina che giocheranno due partite al Bentegodi, ma le avversarie che si troveranno di fronte sono motivate. Domani arriva a Verona il Taranto, ancora non del tutto certo di sfuggire ai playout. Poi l’Hellas andrà in trasferta sul campo del Rimini, il cui rendimento interno è sempre stato rilevante. Chiusura al Bentegodi nella partita-spareggio con il Portogruaro.

Il Pescara ha vinto 13 partite e ne ha perse 5. Come il Verona pareggia spesso (13). Ha segnato 34 reti e ne ha subite 21. Gli abruzzesi sono in ottima forma: nelle ultime otto partite hanno collezionato 14 punti (4 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte) e, negli ultimi cinque turni, hanno messo il turbo (4 vittorie e un pareggio). Domani giocano allo Zaccheria con un Foggia in crescita e che non ci sta a perdere. Poi tornano all’Adriatico con il Potenza di Capuano, che si sta facendo rispettare e sta onorando il campionato. Chiusura in trasferta a Marcianise, sul campo di una squadra che potrebbe ancora non aver raggiunto il traguardo salvezza.  

Il Portogruaro ha vinto (14) e perso (7) più di tutti, mentre i pareggi sono stati solo 10. Le reti segnate sono state 34 e quelle subite 25, il maggior numero  tra le tre in lizza. Il suo rendimento negli ultimi due mesi è davvero superlativo, considerato che ha messo insieme 18 punti per 5 vittorie e 3 pareggi che ne fanno – nelle ultime otto partite – il solo club imbattuto tra i tre che si giocano la promozione. Domani la squadra di Calori va a Potenza e vale il discorso appena fatto per il Pescara, perché Capuano non ci sta a dare il via libera a nessuno e vuole lasciare il segno sul campionato. Poi gioca al Mecchia con il Cosenza (che potrebbe non essere ancora matematicamente fuori dai playoff) e chiude la stagione regolare al Bentegodi nel big-match con l’Hellas.

Per chiudere diamo uno sguardo, visto che ci potrebbero essere arrivi alla pari, ai confronti diretti validi per la classifica avulsa. L’Hellas ha collezionato tre pareggi, tutti per 0-0 (due con il Pescara e uno con il Portogruaro). Il Pescara tre pareggi (due 0-0 con l’Hellas  e 2-2 con il Portogruaro) e una sconfitta (1-0 con il Portogruaro). Il Portogruaro due pareggi (0-0 con l’Hellas e 2-2- con il Pescara) e una vittoria (1-0 con il Pescara).

Tutto sui Play Off

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali5 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali3 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi