Connect with us

Pubblicato

il

Novara-Pro_Patria_2A Novara la festa per il ritorno in serie B, dopo tre decenni di purgatorio nelle serie minori, avrebbe potuto esserci già domenica scorsa. In piazza Martiri i tifosi azzurri si erano assiepati davanti al maxi schermo e aspettavano solo di scatenarsi.

La sconfitta di Benevento, che è costata alla squadra di Tesser anche la perdita della imbattibilità, ha lasciato inizialmente un po’ di amaro in bocca. Subito la sensazione di disagio si è dissolta: i tifosi hanno capito che (forse) era giusto rinviare tutto alla partita interna di domani con la Cremonese, in un Pila che si preannuncia stipato in ogni ordine di posto.

L’emozione è palpabile a Novara e si taglia quasi con il coltello. Manca solo un punto per tagliare il più che meritato traguardo e dare la stura ai festeggiamenti che si prospettano memorabili, come è giusto che sia.

Nella conferenza stampa, di cui dà conto sul sito web l’ Addetto Stampa del Novara Calcio Francesca Giusti,
Ujkani e Coubronne si sono fatti portavoce dei compagni. Tutti e due potrebbero essere in campo domenica, anche se mister Tesser la formazione la deciderà dopo le consuete e accurate riflessioni.

“Sto molto bene – esordisce Ujkani – mi alleno a pieno regime con il gruppo da due settimane, finalmente mi sento di nuovo un giocatore. E’ stata dura stare fermo, ma ho voluto recuperare al meglio e senza fretta. Oggi sono a disposizione del Mister. E’ ovvio che mi piacerebbe giocare, lo stadio sarà pieno e questo significherà un enorme stimolo in più per noi. Spero sia una grande giornata per i nostri tifosi e anche per noi. Certo che vorrei restare anche il prossimo anno, mi trovo benissimo qui a Novara”.

Coubronne, che non scende in campo dalla partita con il Monza, potrebbe giocare proprio il match clou di domenica vista la squalifica di Mavillo Gheller. “Tutti ci teniamo a giocare questa partita – afferma il difensore francese – io l’entusiasmo della città l’ho già vissuto domenica scorsa in piazza Martiri davanti al maxi schermo. Mi auguro di poterlo però rivivere anche in campo in quella che sarà una gara importantissima. Nel complesso sono soddisfatto della mia stagione qui a Novara, avrei voluto fare più presenze è normale. Magari ci riuscirò l’anno prossimo”.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali5 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali3 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi