Connect with us

Pubblicato

il

Siena_-_Valentina_MezzaromaSi avvicina la messa regime della Tessera del tifoso voluta dal Ministro dell’interno, Roberto Maroni. Salvo (im)probabili dietro front dovrebbe andare in vigore a partire dalla prossima stagione. Prolifera in tutta Italia il dibattito su chi è a favore e chi è contro.

Da registrare la presa di posizione di Valentina Mezzaroma (nella foto), vicepresidente del Siena. Intervenendo a un convegno tenutosi presso l?università della città toscana sul tema “Gli interessi delle associazioni di tifosi di calcio tutelati nel diritto sportivo” ha dichiarato:«Vedendo ciò che è successo domenica al derby, forse è il caso che la tessera del tifoso venga presa seriamente in considerazione».

«Non posso essere ipocrita e lo dico sinceramente: ho tifato Roma, il mio cuore un pochino è ancora giallorosso e mi fa molto male per i fatti di domenica. Mi sembra che le cose anzichè migliorare, peggiorino. Non è giusto che per diecimila facinorosi, come sono a Roma, paghino un pò tutti, anche la tifoseria del Siena – ha detto la vicepresidente – che è stata riconosciuta come la più pacata del campionato che incappa in restrizioni. Forse andrebbero presi questi individui che hanno combinato i danni a Roma, messi in galera, e buttata via la chiave».

Il Siena è stato tra i club più attivi nell’introduzione della tessera del tifoso: «Siamo stati i primi ad applicare la normativa nella sua interezza. Lo trovo uno strumento molto civile e permette di andare allo stadio a prescindere dalle restrizioni decise dal Comitato di Analisi per la Sicurezza delle Manifestazioni Sportive. Doverne aspettare ogni lunedì le decisioni secondo me è castrante», ha concluso Valentina Mezzaroma. 

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 giorni fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato4 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi