Connect with us

Pubblicato

il

Lanciano_portiereLa Virtus Lanciano batte il Rimini 1-0, grazie alla rete decisiva di Improta al 24’ p.t. dopo uno splendido uno-due con Colussi. Tre punti di vitale importanza per la squadra di mister Pagliari, che ritrova la vittoria casalinga dopo due sconfitte e un pareggio (ultimo successo casalingo datato 21 febbraio con il Giulianova, 2-0). La Virtus (nella foto: il portiere Aridità) con la vittoria odierna compie un passo decisivo verso la salvezza, mentre il Rimini esce dal Biondi con una sconfitta che interrompe la serie di tre risultati positivi consecutivi in trasferta, ma non lom esclude dai play off. La Virtus scende in campo con il solito 4-4-2: in difesa al posto degli squalificati Moi e Mammarella ci sono Oshadogan e Colombaretti, per il resto è sostanzialmente la stessa formazione che ha pareggiato sette giorni fa allo Iacovone di Taranto. Il Rimini di mister Melotti, si presenta al Biondi con un 4-3-3, che affida a Regonesi e Catacchini il compito di spingere sulle fasce e al tridente Nolè, Longobardi, Tulli il compito di pungere in fase offensiva.

Primo tempo. Al 2’ p.t. episodio decisivo su uno splendido lancio di Sacilotto, Colussi prende il tempo a Lebran e s’invola verso l’area, al difensore biancorosso non resta che stendere l’attaccante rossonero, è fallo da ultimo uomo e il Sig. Gambini non può far altro che estrarre il rosso, dopo appena due giri di lancette il Rimini è già in dieci. Sulla punizione seguente Oshadogan, batte forte ma sul palo di Pugliese che di pugno respinge. Sette minuti più tardi ancora Virtus, con Sansone che dal limite lascia partire un tiro che sfiora il palo e finisce sul fondo. Al 24’ p.t. arriva il goal che decide il match, Improta per Colussi che restituisce prontamente allo stesso Improta, che dall’interno dell’area di rigore lascia partire un destro che trafigge le mani di Pugliese e s’infila in rete, esplode il Biondi, Virtus avanti 1-0. La fase centrale del prino tempo non regala particolari emozioni, dobbiamo arrivare al 37’ p.t. per trovare Di Cecco che fornisce uno splendido pallone per Sansone che aggancia ottimamente in area, ma viene chiuso dalla difesa biancorossa, tenta un disperato cross che non ha buon fine, l’occasione sfuma. Due minuti più tardi si vedono gli ospiti, cross di Tulli per Marchi che anticipa Aridità, il pallone è destinato ad insaccarsi in rete, ma interviene Vastola che di testa manda la palla sopra la traversa salvando un goal che sembrava già fatto. La prima frazione si conclude dopo due minuti di recupero, Virtus meritatamente in vantaggio, il Rimini condizionato dall’espulsione iniziale mai pericoloso.

Secondo tempo. Virtus ancora in avanti, al 1’ s.t. cross di Improta, colpo di testa di Sansone, pallone che picchia sul lato superiore della traversa a Pugliese battuto. Quattro minuti più tardi, ancora padroni di casa con Sansone che dribbla un uomo e dal limite lascia partire un tiro a giro che lambisce il palo alla sinistra dell’estremo difensore biancorosso. Al 6’ s.t. ancora padroni di casa pericolosi con Vastola che serve Improta, libero sull’out di sinistra, prova il tiro che però termina a lato della porta difesa da Pugliese. Al 20’ s.t. ospiti pericolosi con Tulli dopo che  si trova libero al limite dell’area prova il tiro che non impensierisce Aridità. Otto minuti più tardi ancora Rimini in avanti, con un azione personale di Catacchini che si libera sulla fascia destra prova il tiro che finisce alto sopra la traversa. L’ultima emozione del match è degli ospiti al 39’ s.t. sugli sviluppi di una punizione, splendida torre di Marchi per Longobardi che colpoìisce di testa, Aridità ferma con una palla salvando la sua porta. Dopo 5’ minuti di recupero l’arbitro sancisce la fine delle ostilità la Virtus Lanciano batte il Rimini 1-0.

Commento finale. La Virtus Lanciano doveva vincere e ha vinto. Con questi tre punti l’obiettivo salvezza si avvicina, anche se non è ancora raggiunto considerando l’affollamento che si è creato nella zona medio-bassa della classifica. Rossoneri attesi nel prossimo weekend dalla trasferta in casa del Ravenna, squadra anch’essa in zona play-out: anche in Romagna fare punti sarà imperativo per la squadra di Pagliari. Il Rimini nonostante la sconfitta vede i play-off vicini per le contemporanee battute d’arresto di Ternana e Reggiana (rispettivamente con Real Marcianise e Spal). La squadra biancorossa è attesa da un match per nulla facile con l’Hellas Verona primo in classifica.

VIRTUS LANCIANO (4-4-2): Aridità; Colombaretti, Oshadogan, Antonioli, Vastola; Turchi (16’s.t. Zeytulaev) , Di Cecco (C) (22’ s.t. Aquilanti), Sacilotto, Improta; Colussi (41’ s.t. Masini), Sansone. A disp.: Bellucci, Coppini, Perfetti, Sinigaglia.  All.: Pagliari

RIMINI (4-3-3): Pugliesi; Catacchini, Vitiello (C), Lebran, Regonesi (30’ s.t. Morante); Marchi, D’Antoni, Frara (23’ s.t. Giacomini); Nolè (5’ p.t. Rinaldi), Longobardi, Tulli.  A disp.: Tornaghi, Ischia, Baccin, Temperino. All.: Melotti

Arbitro: Gambini di Roma

Marcatori: 24’ p.t. Improta (Vir)

Note: terreno in discrete condizioni. Spettatori: 1000 circa . Ammoniti: 34’ s.t. Sacilotto (Vir), 40’ s.t. Aquilanti (Vir) Espulsioni: 2’ p.t. Lebran (Rim) Angoli: 7  Virtus Lanciano, 3  Rimini.  Falli subiti: 11 Virtus Lanciano, 20  Rimini. Recupero:  2’+5’.

 

Antonio Di Nunzio – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni2 giorni fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore: è una predestinata, parola di Carobbi

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Editoriali1 mese fa

Stefano Braghin e la missione del calcio femminile in Italia

Il direttore della Juventus Women, Stefano Braghin, ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film