Connect with us

Pubblicato

il

Livorno_Lucarelli”Il Daspo ai calciatori? E’ una simpatica provocazione”. Sergio Campana, presidente dell’Associazione Italiana Calciatori, commenta così le dichiarazioni rilasciate sabato dal ministro dell’interno Roberto Maroni. ”A certi calciatori andrebbe dato il Daspo”, ha detto Maroni, facendo riferimento all’opportunita’ di vietare ad alcuni giocatori, rei di comportamenti riprovevoli, l’accesso agli stadi con il provvedimento che viene adottato per i tifosi violenti.

“Siamo pienamente d’accordo con la linea della tolleranza zero nei confronti degli ultras per debellare la violenza negli stadi – ha dichiarato Campana a Radio Anch’io lo sport -. Anche se per le ultime giornate il Viminale ha adottato la linea del buonsenso, dopo i fatti delle ultime domeniche, la tolleranza zero in questi anni ha dato i suoi frutti”.
Quanto all’idea di un Daspo ai calciatori, cioè un divieto di entrare allo stadio come quello che colpisce gli ultrà violenti, “è una simpatica provocazione”.

“I calciatori – ha precisato il presidente dell’Aic – hanno già il loro Daspo e lo infligge il giudice sportivo. Ovviamente le sanzioni sono commisurate ai gesti commessi, e in questo noi siamo pienamente garantisti. Come Aic continueremo a sensibilizzare i giocatori come già fatto in questi anni affinchè siano esempio di comportamento in campo e fuori, essendo dei punti di riferimento per tanti giovani”.

Per concludere la querelle ricordiamo che ieri Cristiano Lucarelli (nella foto), centravanti del Livorno, ha “suggerito” a Maroni di ipotizzare il Daspo anche per i parlamentari. Sul tema Campana ha detto che ”Lucarelli ha sdrammatizzato un momento particolare, la sua squadra era appena retrocessa. E’ stata una battuta”. 

So. Gian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali5 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali3 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi