Connect with us

Pubblicato

il

Torino_tifosi_2L’Azionariato Popolare (la Public Company dei paesi anglosassoni) rappresenta una strada nuova da percorrere per una migliore governance dei club calcistici, specie in una fase di grave congiuntura finanziaria quale stiamo oggi attraversando. Tra i progetti in corso si segnala ToroMio, l’azionariato diffuso del Torino. In merito riceviamo, e volentieri pubblichiamo, la lettera di un tifoso granata che ha deciso di aderire e ne spiega le ragioni. 

“Gentile redazione, volevo ritornare sull’argomento dell’azionariato diffuso proposto dal progetto di Toromio perchè dopo aver appreso via internet del progetto, sono finalmente riuscito a partecipare ad uno dei molteplici incontri organizzati dall’Associazione Toromio presso il Toro Club “Gigi Meroni” di Milano.

 Dal mio punto di vista, questo progetto, che sta sempre prendendo più piede nel popolo granata, è un’iniziativa che merita di essere compresa e divulgata perchè sarà come le fondamenta su cui sviluppare il nostro Toro di domani attraverso un vero e forte rafforzamento societario che ci consentirà di ritornare ai fasti dei vecchi tempi.

 Personalmente mi sono convintamente deciso ad aderire a questa iniziativa perchè oltre che a credere (la nostra è una fede) nei contenuti del progetto è stato fatto un serio lavoro di studio ed analisi, e nella fase di proposta e divulgazione si sta prendendo l’inesorabile passo del maratoneta e ad ogni passaggio si aggrega un gruppo di aderenti. Non conta investire 100 o 100.000 euro, l’importante e farlo per dire io ci sono e quindi confermare che il Toro siamo noi!

 Un altro aspetto di rilevante importanza che è emerso dall’illustrazione del progetto, che dà ulteriore conferma della serietà dello stesso, è quello che ad oggi non si richiede di versare alcuna somma di denaro, ma solo quello di dare la propria adesione e fare solo una promessa di investimento attraverso il sito www.toromio.net e che alla stessa si darà seguito solo dopo aver raggiunto un certo numero di adesioni che ci consentirà di fare una concreta proposta al Torino FC per il suo rafforzamento societario ed il nostro ingresso in società.

 Questa situazione, genererà sicuramente una stabilizzazione dal punto societario e consentirà al Presidente di turno una certa “serenità” nella gestione, consapevole di avere con lui una grande parte dei tifosi con i quali concertare le decisioni più importanti. In questo modo, avremo anche tutte le garanzie del caso durante fasi di passaggi di proprietà, cambio di Presidenti, investimenti strutturali e via dicendo, poichè ci saranno tutti gli strumenti per consentirici di fare i “Tori da guardia” all’interno della società, acquisendo nel tempo sempre maggiore peso grazie al progetto che comunque proseguirà anche dopo il nostro primo ingresso.

Poichè la nostra partecipazione non si ridurrà ad un semplice versamento a fondo perduto ma sarà invece un vero e proprio investimento, perchè in qualsiasi momento si potranno acquistare o cedere azioni; questo va fatto soprattutto con il cuore (e noi ne abbiamo da vendere) ma di questi tempi anche con la testa.  

Non perdiamo questa irripetibile occasione, perchè nella nostra pluricentenaria storia ne abbiamo viste tante, ma mai come in questi ultimi tempi, ed avendo ognuno di noi, indipendentemente dall’età anagrafica un vecchio cuore granata, diamo un’iniezione di adrenalina pura a questo cuore aderendo al progetto di Toromio che ci consentirà di farlo battere ancora con tanta, tanta, tanta passione! (lettera firmata)”.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali6 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali3 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi