Connect with us

Pubblicato

il

Fiorentina_curva_fiesole_www.firenzeviola.itDomenica si gioca al Bentegodi la partita Hellas Verona-Portogruaro, valida per l’ultima giornata del girone B del campionato di Prima Divisione della Lega Pro. Si tratta di una gara che ha il sapore di uno spareggio: chi vince sale direttamente in serie B, senza passare per la lotteria dei playoff.

Nella città scaligera l’attesa è spasmodica. La società gialloblù non ce la fa a stare dietro alla richiesta di biglietti, tant’è vero che è stato riaperto anche il parterre, un settore chiuso ormai da tempo. Si calcola che allo stadio ci saranno forse 30mila spettatori (da Portogruaro sono annunciati in 1.200). Numeri da altra categoria. Uno spettacolo nello spettacolo. Una grande giornata e un grande spot per il calcio italiano.

Nella stessa giornata si gioca al Franchi il derby Fiorentina-Siena. Lo stadio sarà disertato dalla tifoseria viola, in polemica con la società e con la squadra per la pessima stagione disputata quest’anno da Prandelli e soci (che hanno fallito tutti gli obiettivi di inizio campionato). Il Franchi si preannuncia spoglio di striscioni e vuoto di tifosi, nonostante i prezzi favorevoli comunicati dalla società.

La curiosità è un’altra. Nasce dal gemellaggio che lega la tifoseria viola e quella scaligera (nella foto: la curva Fiesole ricorda la morte di un tifoso dell’Hellas Verona). Accadrà dunque che domenica prossima moltissimi tifosi della Fiorentina, anziché portare il loro saluto di fine campionato alla squadra di Prandelli, snobberanno per una volta i propri colori per assicurare solidarietà e sostegno ai tifosi del Verona.

La scelta dei tifosi della Viola è quella di aiutare l’Hellas a centrare l’obiettivo B, una categoria nella quale il club del presidente Martinelli risalirebbe dopo tre anni di purgatorio in terza serie nazionale, piuttosto che assistere a una sciatta partita tra due club (Fiorentina e Siena) che non hanno più nulla da chiedere al campionato.

Per chi non l’avesse ancora capito, essere tifosi significa anche e soprattutto saper compiere gesti di questo tipo. Altro che Tessera!

Emma Rotiniwww.calciopress.net

Hellas, il fattore Bentegodi

 

 

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film