Connect with us

Pubblicato

il

Portogruaro_CaloriIl Portogruaro corona un’impresa storica e centra l’obiettivo di salire direttamente in serie B. Tutto ciò accade al termine della più difficile delle partite e matura in una situazione ambientale sfavorevole quanto mai.

I giovani granata non si fanno intimidire dalla bolgia di un Bentegodi pronto a esplodere come una polveriera e rimasto impietrito davanti a una sconfitta inattesa, giunta proprio alla fine dei novanta minuti.

Una lezione di calcio quella impartita impartita oggi all’Hellas di Remondina, capace di buttare al vento un campionato che aveva in pugno e immeritevole dello straordinario sostegno di una tifoseria impagabile.

Un pubblico che, al di là dell’insuccesso e della mollezza mostrata in campo dalla squadra, resta comunque spettacoloso e meritevole di ben altre categorie.

Pesanti le responsabilità del tecnico del Verona, che non ha saputo intuire per tempo la deriva psico-fisica e tecnica dei suoi stremati giocatori e tanto meno porvi riparo. Una condotta che ha finito per infliggere, agli incolpevoli tifosi gialloblù, la più cocente delle amarezze.

Il crollo scaligero, sul quale saranno versati fiumi d’inchiostro e che rischia di pregiudicare anche il tortuoso cammino nella lotteria dei playoff, nulla toglie comunque all’impresa memorabile dei granata di Calori (nella foto) che meritano un applauso a scena aperta.

Grazie alla rete di Bocalon segnata all’ultimo tuffo questo gruppo di giovani vigorosi conquista la serie B in coda a una stagione stratosferica, certo tra qualche giustificabile sorpresa ma con il massimo degli elogi.

Nelle ultime sei trasferte, tanto per limitarsi a un dato che la dice lunga sulla forza di questa squadra, il Portogruaro ha raccolto sedici punti e dimostrato una freschezza atletica che in terza serie è spesso l’arma vincente.

Dopo il sogno di Cittadella e Sassuolo, si avvera così anche quello del Portogruaro. La provincia italiana dimostra di saper vincere e programmarsi (non solo calcisticamente) assai meglio di realtà metropolitane imbolsite e deludenti. 

Sergio Mutolo – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali2 mesi fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi