Connect with us

Pubblicato

il

BeneventoMaggio, tempo di play-off in casa sannita. Come accade ormai da diverse stagioni, anche quest’anno, il Benevento prenderà parte ai play-off promozione. Questa appendice di stagione calcistica è diventata ormai per i tifosi giallorossi quasi una consuetudine, visto che, non volendo andare troppo indietro nel tempo, ma fermandoci solo “all’era Vigorito” iniziata nel marzo 2006, l’attuale partecipazione risulta essere la quarta.

La prima apparizione play-off, della predetta “era”, avvenne nell’allora C2, stagione 2005/2006 quando i giallorossi, freschi del cambio di proprietà, si incrociarono in semifinale con la sorprendente squadra toscana della Sansovino, rimediando una sonora sconfitta. Si era agli albori del progetto Vigorito che, nella stagione successiva, vide il Benevento perdere di un solo punto il campionato di Seconda Divisione a favore del Sorrento. La susseguente partecipazione play-off terminò con un pareggio, nei tempi supplementari, nella finale di ritorno disputata nella bolgia del Santa Colomba, che decretò la promozione del Potenza in Prima Divisione. Nella stagione 2007/2008 il Benevento si prende una pausa play-off vincendo direttamente il campionato di Seconda Divisione.

Passiamo alla storia recente e quindi della scorsa stagione 2008/2009, dove la matricola sannita dopo essere arrivata ad un solo punto dalla vincente Gallipoli, prende parte per la seconda volta nella sua storia ai play-off per la promozione in serie B (precedente partecipazione stagione 2003/2004) e viene sconfitta nella finale di ritorno al Santa Colomba dal Crotone di mister Moriero che vola nella serie cadetta. Probabilmente questa sconfitta del 21 giugno 2009 è stata quella, che più di ogni altra, è stata difficile da digerire un po’ per tutto l’ambiente sannita, benché la società dal giorno successivo sia ripartita per un’altra stagione da protagonisti. Sicuramente non è stato semplice metabolizzare la perdita del sogno di una vita, e di conseguenza gli strascichi di quella sconfitta si sono ripercossi nella stagione appena terminata.

Infatti, tornando ai giorni nostri ed analizzando a bocce ferme l’attuale stagione calcistica, ne viene fuori un Benevento altalenante, capace di periodi di grossa intensità con risultati lusinghieri e altrettanti periodi di black-out che stavano addirittura compromettendo la partecipazione ai play-off. Sicuramente la svolta di questa stagione che, sotto la guida del subentrato mister Camplone si stava spegnendo piano piano, è stata la coraggiosa scelta della società di richiamare, a quattro giornate dal termine, mister Acori per una Mission-Impossible. Bravo è stato il mister umbro, e di questo gliene va dato atto, di essere riuscito a lavorare sulla testa e sulle motivazione di una squadra che ormai non aveva più ne testa e ne cuore. E cosi anche quest’anno in questo periodo, nel capoluogo sannita si riparlerà di play-off che ricordiamolo, una sola volta nel lontano 13 giugno 1999 hanno arriso agli uomini in maglia giallorossa. La squadra di mister Acori, dopo aver terminato in buone condizioni psico-fisiche la stagione regolare, sta preparando il primo appuntamento play-off di domenica 23 maggio nel tranquillo ritiro della Borghesiana dove si sta cercando tra l’altro di recuperare qualche pedina importante, come il forte difensore centrale Manuel Landaida.

A differenza del passato si sta cercando di vivere questa attesa con molta più serenità ma anche con la consapevolezza di avere comunque tutte le carte in regola, benchè si parta dal 5° posto, per accedere a questa benedetta serie cadetta. In città, dopo la delusione dello scorso anno, si cerca quasi di non pensare più di tanto a questa lotteria play-off, ma sotto sotto c’è una gran voglia da parte di tutti di essere protagonisti e di accompagnare la squadra in questo cammino che sicuramente non sarà dei più semplici. La prossima settimana servirà ancora a tutti per prepararsi alla “prima” con il Varese, ma siamo certi che alla fine ognuno (squadra, pubblico, società e stampa) farà la sua parte fino in fondo. Non ci resta che iniziare a prendere posto…lo spettacolo sta per iniziare. 

Gianluca Napolitano – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film