Connect with us
Sergio Mutolo

Pubblicato

il

Real_Madrid_stadio_BernabeuLe immagini stanno facendo il giro del mondo. I tifosi dell’Inter fanno la fila sotto la pioggia per accaparrarsi il prezioso tagliando grazie al quale assistere alla finale di Champions League in programma al Santiago Bernabeu di Madrid (nella foto). E’ di oggi la curiosa notizia che Josè Mourinho ha deciso di regalare un biglietto al primo tifoso della coda, dietro versamento in beneficienza di quanto dovuto per l’acquisto.

Il fatto è che i biglietti a disposizione sono tremendamente pochi rispetto alla massa delle richieste. Il club nerazzurro del presidente Massimo Moratti ne ha distribuiti circa 1.000 alla curva dei fedelissimi, 9.000 a una serie di agenzie che offrono pacchetti completi e 5.000 agli Inter Club che organizzano i voli. L’Inter ne ha trattenuti 2.000, che gestirà direttamente. Come? Ce lo illustra Gian Antonio Stella sul Corriere della Sera.

Una parte è stata destinata in modo trasversale agli amici degli Inter Club della Camera (presidente Francesco Colucci, deputato del Pdl e questore di Montecitorio) e del Senato (presidente Benedetto Adragna, Pd, lui pure questore a Palazzo Madama), che potranno acquistarli con comodo nelle rispettive sedi. Un’altra è stata riservata ad altre categorie di politici “minori” (consiglieri comunali milanesi, consiglieri regionali della Lombardia, assessori e – come sottolinea Stella – ai loro famigliari e ai portaborse).

Tutto nella norma. La Casta è sempre la Casta. I buoni rapporti sono fondamentali, anche quando si parla di calcio. Ma andatelo a spiegare ai tifosi interisti, che aspettavano da una vita questo giorno e che resteranno tagliati fuori dall’evento. Salvo rassegnarsi  a comprare un biglietto on line dai bagarini a prezzi astronomici: da 800 euro fino a 6.950 euro (in box privato e con champagne).

In tempi difficili come quelli che stiamo attraversando, e mentre si preannuncia una manovra di rientro da 25 miliardi di euro, la Casta continua a imperversare mentre gli italiani “normali” continuano a sentirsi cittadini di serie B. Non sfuggono alla (iniqua) regola neppure i tifosi di calcio, non per niente metafora della vita. 

Sergio Mutolo- www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film