Connect with us

Pubblicato

il

inter_mourinhoE’ il giorno dei campioni. Una serata che vale una stagione.Mai come in questo caso potrebbe scrivere la storia moderna di una società che per troppi anni ha sognato un’occasione come questa, costretta viceversa a vederla vivere ad altri. Poi c’è lui, Mourinho, quel condottiero dall’aria tenebrosa capace di proteggere dalle pressioni i propri giocatori facendosi carico della croce. C’è molto di lui in questa finale di Champions, dove l’intuizione nella gara di ritorno con il Chelsea è stato il viatico per il resto della stagione. E poco importa, questa sera, sapere se sarà l’ultima panchina in nerazzurro per lo Special One. L’obiettivo, almeno per oggi, è un altro.

C’è poi chi questa squadra l’ha costruita anno dopo anno, tassello dopo tassello, come un mosaico in cui tutti gli incastri hanno portato al quadro finale. Massimo Moratti non si nasconde: per il presidente nerazzurro è la sera tanto attesa da quel lontano 1965. Essere riuscito a portare la squadra sino a Madrid per vivere questo sogno era lo scopo di queste ultime stagioni e, finalmente, il sogno si avvera.

La squadra è pronta, concentrata e consapevole dei propri mezzi. Le vittorie in Campionato e Coppa Italia hanno consolidato, quasi cementato, un gruppo che a un certo punto della stagione sembrava aver perso la bussola messo di fronte ai molti impegni stagionali. Il campionato in bilico, giocato sul filo di lana con la Roma e una Coppa Italia combattuta nella sua finale all’Olimpico, hanno dato tranquillità alla squadra (Balotelli compreso). La rotta è unica per tutti e la barca non ha tentennamenti. Bisognerà fare i conti con l’emozione del momento, ma l’Inter di oggi è una squadra che spesso fa del cinismo la sua arma migliore.

A Madrid, Zanetti e compagni non saranno soli. Il popolo nerazzurro si è riversato in massa verso la Spagna. Obiettivo principale è esserci per la storia e per viverla assieme ai propri giocatori. Un coro unico per sostenere la pazza Inter verso un traguardo lungo una vita, al quale in tantissimi non hanno voluto mancare. La Spagna e il Benabeu sono un facile accostamento ad altre gesta sportive di un’Italia che uscì festosa da quello stadio con il titolo Mundial. I tifosi interisti sperano in una moderna riedizione di quelle serate.

Tutto è pronto per la serata dei campioni. L’Italia seguirà da vicino l’impresa dei nerazzurri, che interessa anche quanti non hanno particolarmente a cuore questi colori. Una vittoria nerazzurra durante i tempi regolamentari, infatti, permetterebbe all’Italia di superare nuovamente la Germania nel Rankig Uefa. Questo vorrebbe dire mantenere la quarta squadra in Champions anche per la stagione 2011-2012. Forza ragazzi, fatevi sotto. La storia vi attende. Scrivetela.

Probabili formazioni

INTER: Julio Cesar; Maicon, Lucio, Samuel, Chivu; Stankovic, Cambiasso; Balotelli, Sneijder, Eto’o; Milito. A disposizione: Toldo, Cordoba, Materazzi, Muntari, Mariga, Pandev.  All.: Mourinho

BAYERN MONACO: Butt; Lahm, Van Buyten, Demichelis, Badstuber; Van Bommel, Schweinsteiger; Robben, Muller, Altintop; Olic. A disposizione: Rensing, Gorlitz, Contento, Alaba, Klose, Gomez. All.: Van Gaal.

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film