Connect with us

Pubblicato

il

Heysel

Domani saranno 25 anni. Il 29 maggio 1985 si consumò a Bruxelles la tragedia dell’Heysel. Morirono in trentanove (seicento restarono feriti) per assistere a una partita di calcio, la finale tra Juventus e Liverpool di quella che ancora si chiamava la Coppa dei Campioni.

Walter Veltroni ha scelto la città di Arezzo per presentare in anteprima nazionale il 28 aprile scorso, presso il teatro Bicchieraia, il monologo che ha pubblicato per i tipi dalla casa editrice Einaudi. Introdotto dal sindaco Giuseppe Fanfani, Veltroni ha letto il testo “Quando cade l’acrobata, entrano i clown. Heysel, l’ultima partita”. La scelta di Arezzo è stata un omaggio alla memoria dei due giovani aretini che persero la vita nello stadio di Bruxelles, Roberto Lorentini e Giusy Conti.

Una strage che ha insegnato poco a noi italiani e molto di più agli inglesi. Nel 1989 (quattro anni dopo l’Heysel), quasi per una nemesi storica, una tragedia ancora più grande avrebbe colpito proprio i tifosi del Liverpool.

Furono novantasei i sostenitori dei Reds che morirono schiacciati dentro il vetusto stadio di Hillsbourough, a Sheffield, in occasione della semifinale di Coppa d’Inghilterra con il Nottingham Forest.

Partendo da quell’episodio la commissione Taylor rivoluzionò gli impianti britannici e rifondò il modo di assietere a una partita di calcio.

Un’occasione da non perdere per commemorare le vittime di allora, riflettere sul nostro presente e cercare di prepararci un futuro migliore.

Emma Rotini – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali2 mesi fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi