Connect with us

Pubblicato

il

Benevento_tifosiVarese Benevento è già iniziata. Infatti da ieri la truppa giallorossa è volata nel il ritiro di Arona, dove mister Acori sta mettendo a punto gli ultimi dettagli di questa importante sfida di ritorno dei play-off. Dal punto di vista tecnico pochissimi sono i nodi ancora da sciogliere da parte del mister di Bastia Umbra. Acori infatti sembra intenzionato a schierare gli stessi uomini di gara uno, con la sola eccezione del rientro di Landaida al centro della difesa in luogo dell’infortunato Ferraro.

La gara dell’Ossola, oltre dal punto di vista tecnico, sarà giocata sicuramente anche dal punto di vista emotivo e caratteriale, ed è qui che il Benevento dovrà dare il meglio di se stesso, cercando di far valere la maggior esperienza dei suoi uomini più rappresentativi, nonché di imporre agli agguerriti avversari la propria voglia di vincere. Vincere infatti è l’unica cosa che resta da fare ai giallorossi dopo il pareggio per 2 a 2 dell’andata, in quanto un ulteriore risultato di parità qualificherebbe i lombardi alla finale in virtù del miglior piazzamento conquistato nella stagione regolare.

La partita del Santa Colomba, valutata nella sua interezza, rende questa missione giallorossa difficile ma non impossibile. Il Benevento ha uomini e mezzi tecnici per uscire vittorioso da questa super-sfida ma occorre una partita perfetta in particolar modo nella fase difensiva dove più volte quest’anno i giallorossi hanno mostrato carenze e disattenzioni. Sull’esito favorevole di questa sfida ci credono soprattutto i circa 1.000 sanniti che domani mattina, di buon ora, con ogni mezzo partiranno alla volta del capoluogo lombardo per essere ancora una volta al fianco della loro squadra del cuore.

850 chilometri di speranza per una tifoseria che vuole continuare a credere in un sogno chiamato serie B. Domani alle ore 16,00 la parola passerà ai 22 protagonisti in campo, e come si dice sempre in questi casi… che vinca il migliore!

Gianluca Napolitano – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali6 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali3 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi