Connect with us

Pubblicato

il

Taranto_BremecIn casa jonica si fanno i primi bilanci, dopo avere tracciato le linee guida per la nuova stagione.  Riguardo al mercato, bisognerà prima guardare quello che si possiede in rosa e poi eventualmente muoversi alla ricerca dei nuovi elementi da integrare. Alleggerire il tetto ingaggi è il “must” della dirigenza tarantina, che dovrà, in seguito, reinvestire i “risparmi” sul mercato. Ad esempio non è escluso che un attaccante tra Innocenti e Corona alla fine possa rimanere in riva allo Jonio, sopratutto su suggerimento di Brucato. La settimana prossima potrebbe fornire un quadro più chiaro della situazione.

Intanto il portiere Nicolas Bremec (nella foto) appare sempre più distante. In ogni caso l’estremo difensore spagnolo e il suo procuratore Giovanni Porcarelli attendono un segnale dal club di via Martellotta, ma al momento tutto tace, come conferma lo stesso Porcarelli: “Tutto tace, non ci sono novità sostanziali. Siamo ancorati alle posizioni di qualche giorno fa ed ai colloqui avuti con Marras. La delusione di Nicolas è palpabile, perchè la volontà sbandierata dal Taranto di riconfermarlo, anzi di farne uno dei punti cardine della prossima stagione, non si è tradotta in fatti concreti. Il ragazzo si è trovato spiazzato dall’atteggiamento del club rossoblu. Margini per trovare un incontro a metà strada? Guardi al momento dipende dal  Taranto. Mi spiego meglio, il rinnovo proposto dagli jonici non comprende alcune voci che erano presenti nel contratto precedente sottoscritto con il presidente Blasi. In buona sostanza l’ipotetico aumento d’ingaggio proposto al calciatore verrebbe eroso dall’eliminazione di queste voci, che riguardano  premi, alloggio e auto tanto per fare degli esempi. Per questo si tratterebbe di un semplice allungamento contrattuale senza ulteriori incentivi. Non posso scendere ulteriormente nello particolare, ma anch’io sono rammaricato per alcune cose che ho sentito e  letto riguardo allo scarso attaccamento di Nicolas alla maglia rossoblu. Le percentuali di permanenza in riva allo Jonio del mio assistito? Non saprei dirle. Al momento non vedo una reale volontà da parte del club tarantino di portare avanti la trattativa. Sinceramente sono anch’io spiazzato da questo atteggiamento. Personalmente sto cercando di discutere il rinnovo del contratto di Nicolas dallo scorso mese di gennaio, da quando proprio con il Taranto trattammo la cessione di Magallanes, altro mio assistito”. Guerra psicologica? Gioco delle parti? O forse le sirene della B hanno già fatto breccia nel cuore del portiere spagnolo? Azzardato trarre conclusioni in questo momento, ma le parti paiono davvero molto distanti.

Operazione nostalgia e sogni proibiti. La visione è romantica ma al tempo stesso ciclica, ogni estate ritorna di moda la “voglia di ex”. Sono tanti i papabili in odore di ritorno in riva allo Jonio. Per carità siamo ancora alle schermaglie iniziali, in sostanza nulla di concreto. Però, dopo i nomi circolati nei giorni scorsi dei vari Cutolo, Mancini, Pinna e Cejas, ora è la volta di Antonio Di Nardo. Il trentunenne, ora in forza al Padova, sarebbe stato inserito nella lista della spesa dal tecnico Brucato. La trattativa si presenta, comunque, tortuosa a causa dell’ingaggio del calciatore e delle squadre che ambiscono alle sue prestazioni.  Di Nardo non è l’unico sogno del tecnico Brucato che spera nell’ingaggio di Altinier, desiderio mai celato dallo stesso tecnico aostano. Il calciatore è attualmente in comproprietà tra Mantova e Portogruaro. Difficile vaticinare una sua permanenza in Lega Pro dopo avere raggiunto la cadetteria proprio con i veneti. Inoltre, particolare da non sottovalutare, l’attaccante   ha sempre giocato in formazioni del nord Italia. Ipotizzabile un secondo caso Marchesetti? Meglio attendere, magari, la definizione della comproprietà.

Enrico Losito www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film