Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Padova_Stadio_PiramideAmaro successo del Padova (non salvezza diretta, ma play-out contro la Triestina) per due a uno ai danni del Brescia contro il pronostico della vigilia grazie alle reti di Di Nardo e Cuffa (entrambe di testa) nella prima frazione di gioco. Dopo solo due minuti e dieci secondi i biancoscudati vanno in vantaggio a sorpresa con l’incornata vincente di Di Nardo sotto la traversa in area di rigore sul cross preciso di Renzetti dalla sinistra. Le rondinelle subiscono il contraccolpo psicologico e diventano nervosi in campo (vedi la rischiosa ammonizione di Baiocco dopo 11 minuti per un fallo da dietro sul lanciatissimo Di Nardo).

La squadra di Iachini si fa vedere al 15′ con un tiro centrale di Berardi e una svirgolata fuori di Baiocco dal limite dell’area al 20′. Ma l’unica vera occasione da rete per i bresciani capita a Baiocco, il cui colpo di testa sporco termina fuori di un paio di metri al 21′. Scampato pericolo, la formazione di Sabatini ci crede e spinge in avanti, come la discesa di Di Nardo in contropiede al 21′ (salva Bega in angolo). Tre minuti più tardi gran missile di Italiano dai 30 metri, ma Arcari si supera con la punta delle dita in corner. Dalla bandierina pregevole rovesciata di Soncin, che non ha fortuna nella conclusione e Arcari para a terra. Brivido dei tifosi padovani al 37′ con un traversone teso di Zambelli deviato in angolo da Faisca, che anticipa Agliardi. Quando il primo tempo sembra volgere al termine, ecco il secondo gol del Padova con il colpo di testa angolato di Cuffa sulla punizione di Renzetti, defilata a sinistra.

Nella ripresa Iachini cambia gli evanescenti Zambelli e Baiocco per i più freschi Taddei e Rispoli, ma le rondinelle faticano a trovare spiragli utili per colpire a rete. Infatti, fuga solitaria dell’imprendibile Di Nardo dopo trenta secondi con il suo cross per Soncin deviato all’ultimo istante dalla difesa bresciana. Il Padova continua ad esercitare la sua pressione territoriale, sfiorando più volte il terzo gol. Come al 7′ con tiro ravvicinato di Soncin (respinto da Arcari in angolo), con una forte conclusione di Italiano da fuori area a fil di palo sugli sviluppi del corner all’ottavo e con una staffilata di Bovo al 13′. I lombardi si fanno vivi al 18′ con un tiro di Dalla Mano da dentro l’area, deviato da Agliardi in corner, e una semi-rovesciata di Taddei fuori misura su cross di Saumel al 24′. Quando Budel svirgola al 29′, sembra proprio una giornata storta per il Brescia. Ma due minuti dopo arriva il rigore per le rondinelle (fallo di Trevisan su Taddei), che Caracciolo trasforma con sicurezza con palla sotto la traversa.

Sul due a uno la squadra di Iachini cerca di stringere i tempi, ma è addirittura il Padova a sfiorare il terzo gol con un palo clamoroso del solito Di Nardo al 41′. Due giri di lancette dopo succede un fatto piuttosto inconsueto e bizzarro con l’apertura improvvisa degli irrigatori nella zona di centrocampo (gara sospesa per cinque minuti) e il successivo recupero “record” di sette minuti.

Nell’ “over time” c’è spazio per una conclusione di Rabito fuori misura da buona posizione al 51′ e un tiro di Caracciolo alto sulla traversa al 52′. Finisce con la meritata vittoria del Padova, che dovrà ora vedersela con la Triestina ai play-out per restare in B (andata Venerdì 4 Giugno e ritorno Sabato 12 Giugno). Un peccato con nove punti in tre partite, che non sono bastati per la salvezza diretta. Ci vorrà l’ennesimo epilogo da brividi per i tifosi padovani.

PADOVA (3-5-2) Agliardi 6.5; Cesar 6.5, Faisca 6.5, Trevisan 6.5; Darmian 6, Bovo 6.5 (38′ s.t. Rabito s.v.), Italiano 6.5, Cuffa 7 (28′ s.t. Morosini 6), Renzetti 7; Soncin 6.5 (19′ s.t. Bonaventura 6.5), Di Nardo 7.5. A disp.: Cano, Gasparetto D., Vantaggiato, Gasparetto M. ALL. = Sabatini 7.

BRESCIA (3-5-2) Arcari 7, De Maio 5, Bega 6, Berardi 4; Zambelli 4.5 (1′ s.t. Taddei 6), Baiocco 4.5 (1′ s.t. Rispoli 5.5), Budel 6, Saumel 5.5 (32′ s.t. Cordova 5.5), Dalla Mano 6; Caracciolo 5, Possanzini 6. A disp.: Viotti, Vass, Martinez Vidal, Kozak. ALL. = Iachini 5.

MARCATORI: 3′ p.t. Di Nardo (P), 47′ p.t. Cuffa (P); 31′ s.t. rig. Caracciolo (B)
ARBITRO: Tagliavento 6.5 di Terni. RECUPERI = 3′ p.t. / 7′ s.t.
ASSISTENTI: Di Liberatore 6.5 di Teramo e Maggiani 6.5 di La Spezia.
QUARTO UOMO: Merlino 6.5 di Udine.
AMMONITI: 11′ p.t. Baiocco (B) per gioco falloso; 30′ p.t. Soncin (P) per gioco scorretto; 1′ s.t. Trevisan (P) per proteste; 6′ s.t. Berardi (B) per gioco falloso; 12′ s.t. Cesar (P) per gioco falloso; 14′ s.t. Saumel (B) per gioco falloso.
CALCI D’ANGOLO: 9 a 4 (p.t. 3 a 3) per il Brescia.
NOTE: Pomeriggio caldo e ventilato con terreno in ottime condizioni. Temperatura 29^ gradi. Spettatori 13.800 circa (Abbonati 4169 e Paganti 9564) per un incasso totale di euro 40.230,80. Presenti oltre 2500 tifosi bresciani.

Luigi Spatalino – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film