Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Perugia_tifosi_al_CuriIl Perugia calcio è stato dichiarato fallito dal Tribunale di Perugia, per la seconda volta nell’arco di  soli cinque anni. La gestione del presidente Leonardo Covarelli (ex patron del Pisa, estromesso dal calcio professionistico lo scorso anno dopo che il club era stato ceduto dall’imprenditore perugino a Pomponi) si è interrotta in modo drammatico.

Ieri è stato pubblicato, dal Curatore Fallimentare, il bando di vendita all’asta della società. Entro le ore 12,00 del 9 giugno la sorte del Perugia calcio, e il destino dei suoi tifosi, saranno cosa fatta. Si tratta di capire se una o più delle cordate scese in pista nelle ultime settimane sarà disposta a sobbarcarsi un onere economico davvero rilevante per l’acquisto di un club di Prima Divisione nazionale, categoria notoriamente povera di introiti di alcun tipo.

La base d’asta è stata fissata in 665mila euro. A questa cifra va aggiunto anche il debito sportivo  quantificato in 3milioni667mila euro. Il totale assomma alla rispettabile cifra di 4milioni337mila euro. Un importo di cui dovrà farsi carico l’acquirente per assicurare l’iscrizione del glorioso Grifo alla terza serie nazionale ormai ai nastri di partenza (le incombenze per l’iscrizione scadono perentoriamente il 30 giugno).

La questione, però, non finisce qui. Infatti, come si legge nel bando, non esiste la certezza assoluta che l’ammontare del debito sportivo corrisponda a 3milioni667mila euro. Potrebbe, dunque, trattarsi di un importo ancora maggiore.

Si tratta a questo punto di vedere, a fronte di una massa debitoria che sembra lievitare ogni settimana che passa, cosa decideranno di fare le cordate fin qui implicate. Anche perché gli acquirenti dovranno venire allo scoperto. Si legge infatti nel bando di vendita che “La domanda dovrà essere presentata direttamente dall’effettivo offerente, senza possibilità alcuna di avvalersi di un procuratore speciale né potranno formularsi domande per persona da nominare”.

Se l’asta avrà esito positivo, il futuro del Grifo si colorerebbe di rosa. Se il 10 giugno andasse invece deserta, verrebbe sancita la cancellazione del Perugia dai campionati professionisti. Il club dovrebbe a quel punto ripartire dall’Eccellenza regionale. Un film già visto. A rimetterci saranno, more solito, la città e i tifosi. 

Sa. Mig.- www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film