Connect with us

Pubblicato

il

Cremonese_stazio_ZiniLa Cremonese, dopo aver fatto fuori il temibile Arezzo, si appresta a giocare la doppia finale play off per la promozione in serie B. Avversario di turno allo Zini (nella foto) nella gara di andata è il Varese, che ha chiuso la stagione regolare al secondo posto in classifica nel girone A della Prima Divisione e ha eliminato in semifinale il dotato Benevento.

La partita è molto attesa. Il Varese tenta l’assalto alla cadetteria (una categoria che ha lasciato da 25 anni) nella stagione in cui festeggia il centenario e sarà seguito da un folto stuolo di tifosi (almeno 10 i torpedoni in partenza al seguito della squadra).

In casa grigiorossa l’ultima esperienza negli spareggi per la cadetteria ha lasciato un pessimo ricordo. Nel giugno del 2008, infatti, la Cremonese dovette dare via libera al Cittadella. Dopo aver vinto al Tombolato per 1-0, la squadra cara al presidente Arvedi fu infatti sorprendentemente sconfitta allo Zini per 3-1. Toccò ai granata salire in B. Una drammatica batosta per tutto l’ambiente.

In termini statistici, poi, il Varese è una specie di bestia nera per la Cremonese (che non ha mai vinto in trasferta). Le due formazioni si sono infatti incontrate in campionato 26 volte e il bilancio parla a favore dei biancorossi di mister Sannino con uno score di 9 vittorie, 11 pareggi  e 6 sconfitte.

A Cremona bilancio favorevole ai locali con 6 vittorie, 5 pareggi e 2 sconfitte. A Varese, invece, si registrano 7 vittorie per i biancorossi e 6 pareggi, con nessuna vittoria per la Cremonese. Il ricordo più amaro è datato 1983, quando 10mila grigiorossi tornarono delusi da  Varese: il pareggio finale precluse il passaggio diretto in serie A, con la massima categoria persa poi agli spareggi. 

Diretta Gol Play Off Prima Divisione

So. Gian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali6 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali3 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi