Connect with us

Pubblicato

il

Catania_MihajlovicA Firenze dal 3 giugno 2010 si è ufficialmente chiusa l’era Prandelli. Inizia per la tifoseria viola una stagione nuova, che vedrà seduto in panchina dopo cinque anni un tecnico diverso dal popolare Cesare. Si tratta di Sinisa Mihajlovic, classe 1969, serbo di Vukovar. Uno che, sia da giocatore che da allenatore, lascia sempre il segno.

Da calciatore è cresciuto nel club jugoslavo del Vojvodina Novi Sad (con il quale ha conquistato uno scudetto) e dopo tre anni si è  trasferito alla Stella Rossa di Belgrado (dove rimane due anni e vince tutto: una Coppa dei Campioni e una Coppa Intercontinentale). Arriva in Italia a 23 anni per indossare la maglia della Roma allenata da  Carlo Mazzone. Nel 1994 il trasferimento alla Sampdoria di Vujadin Boskov (colleziona con il club blucerchiato 110 presenze e 12 reti). Nel 1998 il ritorno a Roma, stavolta sponda Lazio (tecnico Sven Goran Erikson). Tanti i successi con il club capitolino: uno scudetto, due Supercoppe italiane, una supercoppa europea, una Coppa delle Coppe e due Coppe Italia. Chiude la carriera da giocatore all’Inter, dove diventa allenatore in seconda di Roberto Mancini.

Sinisa è stato un giocatore fin troppo grintoso e combattivo in campo. Sono rimaste negli annali le liti furibonde con Vieira e Mutu (per buona sorte il fuoriclasse rumeno sta per lasciare il club gigliato), senza dimenticare il lancio di una bottiglietta contro un delegato Uefa nel corso di una partita di Champions League.

Nel 2008, nel Bologna, arriva per Mihajlovic la prima panchina da allenatore. Un’esperienza chiusa con un esonero bruciante (aprile del 2009). A dicembre 2009 la grande occasione giunge da Catania, dove raccoglie il club siculo in terz’ultima posizione e lo conduce a sorpresa verso il porto della salvezza.

Sa. Mig. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 settimana fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film