Connect with us

Pubblicato

il

Taranto_PescinaFumata grigia tra il Taranto e Corona nella giornata di venerdì. Da una parte il club jonico ha ribadito al calciatore che non rientra più nei programmi della nuova squadra, dall’altra l’attaccante palermitano, pur prendendo atto della volontà societaria, ha ribadito la disponibilità a rivisitare eventualmente il proprio contratto (scadenza 30 giugno 2011) con il sodalizio rossoblu, magari riducendo l’ingaggio. Difficile, comunque, allo stato attuale ipotizzare una virata da parte della dirigenza rossoblu che ha, come obiettivo primario della   prossima stagione, l’abbattimento del monte ingaggi e il ringiovanimento della rosa.

Al limite qualche sacrificio potrà essere effettuato dagli jonici per ingaggiare attaccanti di provata esperienza e sicuro valore, ma ancora nel pieno della maturità calcistica, come il veronese Di Gennaro (nome ciclico negli obiettivi di mercato rossoblu) e Altinier (desiderio confessato del tecnico Brucato).

Sempre nel settore avanzato resta d’attualità il nome del perugino (già rossoblu) Nello Cutolo. L’esterno campano, però, si mostra cauto: “Confermo le mie dichiarazioni rilasciate ad alcuni organi di stampa (Corriere del Giorno ndr) e non posso che ribadire certi concetti. Al momento non ci sono contatti con i dirigenti del Taranto, ma se dovesse giungermi una chiamata la valuterà con piacere. La piazza jonica mi è rimasta nel cuore e poi conosco tutti voi…non è poco. Chiaramente non nascondo che mi piacerebbe riconfermarmi in serie cadetta, diciamo che questa è la mia priorità. Attualmente sono un calciatore del Perugia, attendo il 10 giugno per vedere che fine farò. Per esempio anche il Crotone gradirebbe un mio ritorno”. Magari il Taranto attende che l’estrosa ala sia libera da vincoli contrattuali. “Può essere un’ipotesi – afferma Cutolo – ma questo ragionamento probabilmente lo stanno facendo anche altre società. Per fortuna le  richieste non mi mancano e bisognerà valutarle con attenzione”. L’ultimo pensiero è rivolto al modulo: il 4-3-3 di mister Brucato, se tale sarà l’assetto tattico del nuovo Taranto, potrebbe esaltarne le caratteristiche. “Certo – conferma l’esterno campano –  è il modulo  più congeniale alle mie caratteristiche, ma anche nell’assetto tattico 4-2-3-1 dell’ultima stagione a Crotone sono riuscito ad esprimermi su buoni livelli. Del resto è lo stesso utilizzato dal Taranto quando ci giocavo io”. I dirigenti jonici   sono avvertiti: la duttilità dell’estroso ventisettenne potrebbe impreziosire più di un modulo, ma la concorrenza per ingaggiarlo sarà davvero agguerrita. 

Enrico Losito www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali7 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali3 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi